Leonardi su Antonis: “Non ci sono ancora la firme, in ogni caso andrà in una delle nostre società satellite”.

Ospite del programma Agorà di TvParma, l’amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi ha parlato, tra le altre cose, di Terry Antonis. Dopo che oggi il sito ufficiale del Sydney FC aveva confermato l’ufficialità del trasferimento, la notizia ha iniziato a circolare su tutti i portali che si occupano di calcio.


terryAlla fine della trasmissione, il giornalista Giuseppe Milano ha chiesto a Leonardi informazioni su Antonis, ribadendo che per gli australiani la cosa è ufficiale. Leonardi ha risposto, sorridendo: “le firme non ci sono ancora, se hanno dato l’ufficialità sarà perché hanno fretta di chiudere“. Questa affermazione ci è sembrata di circostanza e non una smentita dell’operazione, anche perché appena è spuntato il nome di Antonis, Leonardi ha iniziato ad accennare al progetto tecnico che legherà il Parma con il Gubbio e il Nova Gorica, facendo intendere che il centrocampista australiano è uno di quei giovani prospetti che saranno probabilmente inseriti in questo surrogato delle squadre b già esistenti in alcuni campionati europei.

Leonardi ha definito Antonis “un ragazzo che ha fatto alcune buone prestazioni con i limiti e i vantaggi di giocare nel campionato australiano“. Questa ci sembra un’affermazione di buon senso, per fugare ogni dubbio in qualche tifoso sognante, magari abbagliato dall’esotismo di un calciatore dell’altro capo del mondo. L’Ad ha poi dichiarato che il Parma ha intenzione di formare dei veri e proprio gruppi di prospetti da far giocare a Gubbio e Nova Gorica, per far si che tutti i giocatori in prestito possano crescere assieme e con un unico metodo di lavoro. Di questo progetto farà parte Gigi Apolloni, ha concluso l’AD ducale. Questo progetto giovani da sviluppare nelle due società satellite del Parma ci trova favorevoli ed entusiasti: è un modo intelligente ed interessante di scavalcare la mancata partenza del progetto relativo alle cosiddette “Seconde Squadre”. Nel caso, seguiremo Antonis e altri prospetti come lui anche se indosseranno la maglia del Gubbio o del Nova Gorica, con l’occhio e l’attenzione dovuta, nella speranza di scoprire veri talenti che possano un giorno approdare in A, per poter dare un’apporto considerabile alle sorti dei crociati.