LEONARDI PROLUNGA FINO AL 2019: “DIAMO CONTINUITA’ AL PROGETTO”

leonardigazzettadiparmaLa prima notizia, quella più importante, è che Pietro Leonardi sta per prolungare il contratto che lo lega al Parma fino al 2019. A rivelarlo è la Gazzetta di Parma, a margine di un’intervista realizzata proprio all’Ad crociato.

Ecco le sue parole:

Il prolungamento? Mi fa piacere. Credo che sia una scelta ed una strategia per dare continuità a tutto il progetto. Mi fa piacere che la proprietà e il nuovo socio abbiano in animo di fare questo. Mi fa enormemente piacere”.

“La partita di domani? La cosa bella è che c’è questo gemellaggio. Significa che questa partita è una festa, almeno sugli spalti. Come dovrebbero essere tutte le partite di calcio. Poi ci sono le ambizioni delle squadre. E il Parma ne ha una importante, ovvero quella di giocarsi tutte le sue carte per arrivare in Europa League. Così alla fine i tifosi della Samp sosterranno la loro squadra e quelli del Parma i crociati”.

Se siamo tutti lì ad un punto un motivo ci sarà. Abbiamo avuto anche assenze importanti che forse ci hanno fatto perdere un po’ di fiducia. Sono sicuro che faremo una grande partita. Il Parma si è consolidato in questi anni, con un crescendo costante. Non è che la qualificazione o la mancata iscrizione all’Europa League cambino questa voglia di migliorare, anno dopo anno. Certo, la qualificazione mi farebbe molto piacere per la proprietà, per i giocatori e per lo staff, per i tifosi e per la città. Mi rasserena invece la continuità tecnica e societaria di questa squadra“.

leonardiinterDonadoni al Milan? Se, anche solo a livello giornalistico, gli uomini del Parma sono affiancati ad altri club, significa che abbiamo fatto qualcosa di positivo. Sono sereno, anche perchè poi lasciare il Parma è una decisione importante. La crescita il Parma la sta avendo in modo costante ed organizzativo. Senza dimenticare le infrastrutture. Siamo una delle società che più investe da questo punto di vista. Comunque abbiamo presente i nostri limiti”.

Immaginatevi se avessimo quattro o cinque punti in meno: saremmo stati già salvi, senza nulla chiedere a queste ultime tre partite. Abbiamo invece il gusto e l’emozione di poter raggiungere qualcosa di importante. Perciò affrontiamo queste ultime tre gare con la determinazione e la stessa adrenalina che avremmo messo per raggiungere la salvezza”.

Il mercato? Non chiude mai e allo stesso tempo è sempre chiuso. Per quanto mi riguarda, pur non dimenticando la disparità della distribuzione dei diritti tv, è chiaro che bisogna preventivare la cessione di alcuni giocatori, anche per rispettare la loro volontà. Quindi dobbiamo essere molto attenti a non indebolire la squadra. E sono fiducioso che questo non accadrà, a prescindere dal mercato“.