Leonardi: “L’Atalanta? Questo Parma fuori casa sa farsi rispettare”

leonardi-gdpDurante la giornata di ieri Pietro Leonardi, amministratore delegato del Parma Fc, era a Nova Gorica per la presentazione del nuovo main sponsor della squadra slovena. A margine dell’evento ha rilasciato delle dichiarazioni che sono state raccolte da Sandro Piovani per la Gazzetta di Parma oggi in edicola.

Ecco le sue parole:

LO STOP DI CATANIA: “Inatteso per chi non sa di calcio. Era una partita difficile, forse noi non eravamo nella nostra miglior giornata e loro sì, fatto sta che per me portare a casa un punto è stata una prova di maturità importante. Alla squadra ho fatto i complimenti per come hanno gestito il periodo di mercato visto che erano molto “chiacchierati”, e ho detto loro che mi tengo ben stretti questi 11 risultati utili consecutivi. Sì, la squadra è matura. Ora bisogna guardare avanti, partita dopo partita. Si sa, in Serie A rischi di vincere con le primissime e a volte rischi di perdere con le ultime. In fondo è il fascino di questo campionato.”

Nuovaimmaginecontestatalanta

LA SFIDA CONTRO L’ATALANTA: “Ho molto rispetto per l’Atalanta, conosco bene la loro forza e la bravura dell’allenatore. Non è un caso che nell’ultima partita in casa abbiano rifilato 3 gol al Napoli. Però non ho timori, perchè so che molto dipenderà da noi. So che questo Parma, anche fuori casa, sa farsi rispettare attraverso il suo gioco. Credo che sia sufficiente ripensare alle partite giocate in trasferta. Rispetto gli avversari ma punto sul Parma.”

OBIETTIVO EUROPA: I giocatori parlando di Europa? Mi fa piacere, perchè significa considerarsi all’altezza della situazione. Da parte mia credo che sia giusto guardare partita dopo partita. In fondo non posso che ritenermi soddisfatto di questo Parma perchè a metà stagione aveva praticamente raggiunto l’obiettivo principale che si era prefissato. Anche per questo forse i giocatori si sentono di parlare di Europa.”

I FISCHI DEL TARDINI: In fondo anche il malumore di una parte del pubblico, alla fine di Parma-Catania, credo che sia figlio proprio di questo sogno di cui si parla. Credo che anche loro considerino questo traguardo alla portata del Parma. Da parte mia c’è la voglia di arrivare più in alto possibile, anche per la legge sulla ripartizione dei diritti tv.”

IL MERCATO INVERNALE: Il mercato di gennaio è stato credo positivo. Abbiamo ceduto calciatori che trovavano poco spazio, mandandoli a giocare. E li abbiamo sostituiti bene.”

LA PRIMAVERA: “La Primavera al Viareggio? Vorrei fare i complimenti a tutto il settore. E a volte, anche in un torneo duro come il Viareggio, l’episodio ti può dare o togliere tutto. Ma noi stiamo lavorando bene da anni. Ai ragazzi voglio dire che con pazienza e lavoro duro avranno anche loro delle soddisfazioni importanti. E credo che già qualcuno se ne sia accorto”.