Leonardi: “Il Parma ha dimostrato di avere un grande cuore”

Ospite a Bar Sport, programma in onda su Tv Parma, Pietro Leonardi ha parlato a tutto campo, dopo la vittoria di oggi contro il Torino.

Ecco le sue parole:

leonardi2“Abbiamo 23 punti, manca ancora una partita alla fine del girone d’andata, e forse ci manca pure qualche punto rispetto a quanto prodotto. Diciamo che 3 punti in più li avremmo meritati. Oggi mancavano Paletta, Gobbi e Gargano, senza contare le difficoltà in settimana di Mesbah, che era il sostituto ideale di Massimo. La squadra però ha dimostrato di avere un grande cuore, una grande determinazione e una grande voglia di sacrificarsi sotto l’aspetto tattico, anche perchè il modulo è cambiato durante il match. La cosa importante è l’applicazione dei giocatori in riferimento alle situazioni e alle esigenze. Una squadra se vuole avere delle ambizioni e dei risultati deve avere molta competitività. Ventura ha detto che nella prima mezz’ora il Torino avrebbe dominato il match, onestamente servirebbe forse più lucidità di giudizio da parte sua – sorride – anche se poi ha detto che il Parma si è addirittura permesso il lusso di fare a meno di Cassano. Questo fa capire il valore della nostra rosa. Non collego la grande prestazione di Amauri all’assenza di Cassano, ritengo che saranno utili tutti alla causa del Parma. Oggi abbiamo avuto quasi il 60% del possesso palla, e questo indica che c’è la giusta personalità. Il valore nel calcio di oggi è quello che segue il vecchio detto “se ho la palla io rischio meno”. Abbiamo una rosa che si è sviluppata negli anni, con tanti sacrifici, che si può permettere di tenere fuori dei punti fermi importanti. C’è molta concorrenza, è giusto che chi non gioca si arrabbi, avrà la possibilità fin dall’allenamento di domani di mettersi in luce. Poi se giocano sempre gli stessi non c’è competitività, invece così diventa molto più importante ai fini della crescita della squadra. Questo campionato è spesso figlio di episodi, e da questo magari nasce il commento secondo il quale il Torino avrebbe dominato nei primi 20′ quando in realtà ha solo segnato il gol del vantaggio. Per quanto mi riguarda, questo campionato mi continua a preoccupare, tolta la Juventus ogni squadra può raccogliere punti contro chiunque, quindi ci sono gli stimoli, come oggi, quando pensi che il Torino ha 5 punti più di te e c’è la voglia di andare a riprenderli. Poi io continuo a guardare i punti che ci separano dalla zona retrocessione. Secondo me in questo campionato più dai continuità ad un cosiddetto zoccolo duro, e maggiormente diventa semplice l’inserimento degli altri. Poi questi continuano a migliorare, e mi sto preoccupando… Con lui scherzavo oggi, dicendogli che dopo un gol di tacco di Lucarelli possiamo sospendere il campionato… Lui oltre ad essere il Capitano, secondo me, si è responsabilizzato tantissimo con l’infortunio di Paletta, e gli va fatto un grande applauso.”

L’INTERVENTO DI LEONARDI IN PILLOLE:
Leonardi su Parma-Torino: “Il Parma ha dimostrato di avere un grande cuore”
Leonardi sul suo futuro: “Resto, non sono mai stato bene come a Parma”
Leonardi e le voci sulle difficoltà economiche del Parma: “Non paghiamo gli stipendi? I nostri dipendenti hanno preso la 13esima…”
Leonardi su Cassano: “In rotta con il Parma? Ma chi dice certe cose?”
Leonardi sul mercato: “2.5 milioni per la metà di Parolo? Vi autorizzo a farmi cambiare mestiere nel caso accettassi un’offerta del genere…”