LEONARDI: “E’ COLPA MIA, SONO IO IL RESPONSABILE DI QUESTA SITUAZIONE”

Non cerca scuse Pietro Leonardi al termine di Parma-Genoa, e anzi cerca di catalizzare su di se il malumore di una tifoseria che inizia a dare forti segni di sconforto e di scontento.

Ecco le parole dell’Ad crociato, riportate dal sito ufficiale del Parma:

leonardi-mixed-udinese“LA RESPONSABILITA’ E’ MIA”Io non devo imputare nulla alla squadra e all’allenatore. Ci prendiamo le nostre responsabilità. Io me le prendo per primo. La responsabilità è mia. Le colpe sono tutte mie. Me le prendo con molta onestà. Dovrò necessariamente far capire questo a tutti. I ragazzi lasciamoli tranquilli, l’allenatore pure. Non ci saranno confronti interni. Bisogna prendere coscienza di questa realtà. Va così. In queste partite si sono verificate tante difficoltà, tante situazioni negative una dietro l’altra. Davanti a questa classifica bisogna reagire, ma è indubbio che abbiamo difficoltà. Bisogna fare di necessità virtù, fare punti senza guardare la classifica. Non la si doveva vedere l’anno scorso, non la guardiamo quest’anno”.

ANCORA UN EPISODIOE’ sempre un episodio che decide le nostre partite. Per lo più oggi non a dieci minuti dalla fine ma all’ultimo secondo. C’è poco da dire, è un periodo così da quel giorno in poi. Con loro in dieci noi abbiamo giocato nella loro metà campo con tutti i nostri limiti. Loro si sono difesi e basta. Contro il Genoa e le squadre di Gasperini non è mai facile. Loro giocano uomo contro uomo e se non hai la differenza di qualità non riesci a farla tua. È difficile sviluppare gioco”.

lodiLODI CAPRO ESPIATORIO?La responsabilità è di Leonardi, lo ribadisco. Il pubblico è in tribuna ed è giusto che esprima il proprio pensiero. Il pubblico fa il tifoso e Lodi deve reagire da professionista. Precisando sempre che il responsabile sono io. Cerchiamo di svoltare altrimenti bisognerà chiaramente attivarsi per gennaio”.

CODA POSITIVONon c’è dubbio che lui è positivo. E’ un ragazzo propositivo. Un ragazzo che ha fatto tanta gavetta e la gavetta è importante nel calcio di oggi