Leonardi: “C’è grande feeling tra tecnico e società. Quella contro la Lazio, per come arriva, è una delle sfide più importanti della stagione”.

Pietro Leonardi ai microfoni di Radio Parma Fc ha parlato del momento vissuto da mister Donadoni, della sconfitta contro l’Inter e del prossimo match contro la Lazio, squadra della quale è tifoso da sempre.
Ecco le sue parole:


“Sabato, prima della partita contro l’Inter, abbiamo vissuto il suo calvario. Nonostante questo, Donadoni oggi ha comunque condotto l’allenamento e questo dimostra, se serve, che sia a livello professionale che umano è davvero un’eccellenza. Sono davvero sicuro che suo papà sarà fiero di lui. Approfitto per chiarire, per l’ennesima volta, che c’è un gran feeling tra la società ed il tecnico”.

Il Parma sta incontrando delle difficoltà e sarebbe ipocrita non riconoscerlo. Contro l’Inter la squadra era molto frenata dal punto di vista psicologico, e ciò nonostante non meritavamo di perdere. Non vogliamo certo degli alibi. Nel post-partita abbiamo deciso di stare in silenzio perche c’era il bisogno di ricompattare il gruppo agendo sul campo. Ho deciso di tutelare la squadra non esponendo nessun giocatore alle critiche”.

“Si è parlato tanto di un mio passaggio alla Lazio. C’è stato un contato in passato ma quel treno è passato e non passerà più. Sono molto legato al Parma, alla società e ai tifosi. Quella contro la squadra biancoceleste è una gara che sento molto e per come arriva è tra le sfide più importanti della nostra stagione. Se dovesse arrivare un risultato positivo sarà tra le vittorie più godute”.