Leonardi: “2,5 mil. per metà Parolo? Fatemi cambiare lavoro nel caso accettassi un’offerta del genere…”

Nell’ultima parte di Bar Sport, programma in onda su Tv Parma, Pietro Leonardi ha parlato del mercato dei crociati.

Ecco le sue parole:

leonardi3Il mercato? Abbiamo il problema di essere ambiziosi, sia io che il Presidente Ghirardi. Sulle cessioni ci sono determinate cose che devono andare “a incastro”, ovvero che arrivi l’offerta giusta, e che il Parma venga indebolito poco. Per vendere, poi, c’è bisogno di trovare chi compra, anche perchè al giorno d’oggi non è facile trovare qualcuno che davvero, al di là delle intenzioni, riesca a comprare… Noi siamo nella condizione anche di continuare senza fare delle cessioni, non siamo obbligati a farlo. Al Parma serve un centrocampista centrale? Aiutatemi voi a trovarlo perchè davvero non è facile. Anche le grandi società faticano a trovare alternative in quel ruolo. Donadoni ha avuto l’intuizione di adattare in quel ruolo prima Valdes e poi Marchionni. Bisognerebbe poi andare a verificare chi gioca a centrocampo nel Nova Gorica, o in Serie B, come ad esempio Crisetig, oppure chi abbiamo in casa, come Mauri che è un ’96… Poi c’è chi chiede il senso di tutti quei movimenti di mercato.. Poi se mi proponete Lodi come alternativa di Marchionni, io vi dico che il giocatore del Catania è un ’84… Sansone? Sia lui che Biabiany hanno delle qualità che in alcune partite hanno trovato delle difficoltà a far venire fuori. Ma è normale, perchè le squadre prendono provvedimenti e si chiudono maggiormente. Ritengo che il momento di difficoltà di Sansone sia dovuto alle contromisure degli avversari, e partiamo dal presupposto che Nicola è un ragazzo che ha fatto una trentina di partite in Serie A, ma lui ha delle potenzialità. 2,5 milioni per la metà di Parolo? Se li accetto vi do la responsabilità di farmi cambiare mestiere. Su Parolo o si fa un’offerta che parte da un presupposto per cui lui ha fatto 6 gol, e un centrocampista così, che potrebbe andare al Mondiale, ha un grande valore. Sono arrivate offerte per lui, e con tutto il rispetto abbiamo sempre ringraziato e abbiamo concluso dicendo che lui sta bene nel Parma. Biabiany? Telefonate a Marotta, perchè è da mesi che ce la cantano con questa storia… Io sono un po’ scomodo, mi conosco, mi conoscono, ma non sono un affarista ma devo tutelare la mia società. Le offerte oscene le ascolto, ma poi magari rispondo anch’io in maniera altrettanto oscena…”

L’INTERVENTO DI LEONARDI IN PILLOLE:
Leonardi su Parma-Torino: “Il Parma ha dimostrato di avere un grande cuore”
Leonardi sul suo futuro: “Resto, non sono mai stato bene come a Parma”
Leonardi e le voci sulle difficoltà economiche del Parma: “Non paghiamo gli stipendi? I nostri dipendenti hanno preso la 13esima…”
Leonardi su Cassano: “In rotta con il Parma? Ma chi dice certe cose?”
Leonardi sul mercato: “2.5 milioni per la metà di Parolo? Vi autorizzo a farmi cambiare mestiere nel caso accettassi un’offerta del genere…”