LEGA PRO – RIPESCAGGI, IN 14 PER 12 POSTI

Scadeva ieri sera, alle ore 19, il termine ultimo per presentare la domanda di ripescaggio in Lega Pro. Come vi abbiamo raccontato nelle scorse settimane, sono dodici gli slot disponibili per raggiungere la quota delle 60 squadre, tenendo nel frattempo sotto controllo le posizioni particolari della Paganese (esclusa, ma con il ricorso già presentato al Coni che verrà discusso domani) e del Como (iscritta, ma di fatto fallita).

Secondo quello che è dato sapere, sono sedici le squadre ad aver inoltrato la richiesta. Due di queste, però, avrebbero depositato una documentazione incompleta: il Rieti e la Pro Patria. Sarebbero dunque quattordici le squadre che si contenderanno i dodici posti a disposizione.

lega-pro-pallone-sgonfioEcco le quattordici squadre:
Melfi
Racing Roma (ex Lupa Castelli Romani)
Albinoleffe
Lupa Roma
Lecco
Monza
Reggina
Vibonese
Olbia
Taranto
Forlì
Cavese
Fondi
Fano
Lecco

Dei dodici posti a disposizione, inoltre, ce n’è uno che verrà assegnato per “riammissione”, come previsto dai regolamenti. Lo Sporting Bellinzago, infatti, non essendosi iscritto in Lega Pro da vincitore del proprio girone di Serie D, libera uno slot che potrà essere assegnato senza la necessità dell’esborso dei 250mila euro a fondo perduto. La Caronnese, che poteva richiederlo da seconda classificata nel girone dello Sporting Bellinzago, e dunque ora la palla passerebbe al Lecco. Ci sono state anche alcune sorprese, come la rinuncia alla richiesta di ripescaggio di Campobasso, Grosseto e Cuneo.

Le domande verranno ora analizzate ed il 4 agosto dovrebbe esserci la “sentenza”, con la rosa di 60 squadre che prenderanno parte al prossimo campionato.