LEGA PRO – LA CARONNESE RINUNCIA ALLA LEGA PRO: ORA SERVONO DODICI SQUADRE

Continua l’odissea legata alle iscrizioni al prossimo campionato di Lega Pro. Come vi stiamo raccontando da settimane, c’è molta confusione a causa delle società escluse o che non hanno superato i controlli della Covisoc, con il numero di squadre che dovranno essere ripescate che cresce di giorno in giorno. Ieri, dopo l’ultimo aggiornamento in seguito all’esclusione della Paganese, si era saliti ad undici. Ora sembra che dovranno essere addirittura dodici.

Con la mancata iscrizione dello Sporting Bellinzago, infatti, secondo le norme era stata promossa in Lega Pro la Caronnese, squadra che però ieri sera, attraverso un comunicato, ha annunciato di rinunciare alla Lega Pro per iscriversi nuovamente al prossimo campionato di Serie D. Per questo si libera anche il dodicesimo posto che, secondo le norme, non è nemmeno soggetto alla tassa a fondo perduto di 250mila euro che le altre undici squadre dovranno pagare per venire ammesse alla prossima stagione di Lega Pro. Ad usufruire di questa possibilità, secondo la graduatoria, potrebbe essere una squadra tra Fano, Fondi o addirittura il Campodarsego di Fabio Lauria, anche se la società veneta sembra intenzionata a rimanere in Serie D per problemi legati al proprio impianto. In ogni caso la certezza è una sola, almeno per il momento: serviranno dodici squadre ripescate.