LE PAGELLE DI PFZ.IT – EVACUO ESSENZIALE, NUNZELLA UN MOTORINO, CORIC LUCI E OMBRE

In attesa delle pagelle di Gabrielo, per le quali presto inizieranno trattative simili a quella tra Sky e Lega Pro per l’acquisizione dei diritti televisivi, ecco le pagelle di ParmaFanzine.it relative alla prima partita ufficiale giocata dai crociati, vinta per 2-1 contro il Piacenza in Coppa Italia di Lega Pro.

piace-coric-fulgoniCORIC 5,5 – Nel primo tempo si esibisce in un’ottima parata di riflesso su un colpo di testa di Cazzamalli da due passi. Nel gol del Piacenza, però ha più di qualche responsabilità: sul colpo di testa di Pergreffi è indeciso se provare a deviare il pallone o fare un passo indietro per andare sulla traiettoria, e ne esce un intervento goffo che dà via libera al vantaggio ospite. Diciamo che il voto finale è una media tra il buon intervento compiuto nel primo tempo e l’indecisione sul gol avversario. Al termine della gara ha spiegato probabilmente proprio l’azione del gol a Mister Fulgoni: con un maestro così potrà limare anche difficoltà come queste.

COLY 6,5 – Tanto fisico ma non solo. Il difensore arrivato dalla Pro Vercelli tira fuori i muscoli quando serve ma soprattutto non ha paura di ricevere il pallone ed impostare. Buona prova la sua.

LUCARELLI 6,5 – Come accade da un anno a questa parte il Capitano crociato ogni tanto sale in cattedra e mette in mostra letture difensive da categorie ben superiori. Ogni tanto si lancia anche all’attacco, anche perchè non fa troppa fatica a controllare gli attaccanti avversari.

BENASSI 6 – Gioca meno sull’anticipo rispetto a quanto lui stesso sia abituato, visto anche il modulo con i tre dietro, ma è pur sempre tignoso e pronto a fare muro davanti a Coric.

GARUFO 6 – Con Nunzella che spesso si sgancia sulla fascia opposta è chiamato maggiormente a compiti di copertura che svolge con ordine. La sensazione è che con il passare delle settimane, e con la forma migliore, sarà un ottimo inserimento sulla fascia destra.

MIGLIETTA 6 – Apolloni gli chiede compiti di manovra ma anche di interdizione, quando è spesso il primo ad uscire sul portatore di palla avversario. Le gambe non girano ancora al meglio, e a volte la mancanza d’ossigeno rallentano alcune giocate sullo stretto con qualche pallone perso di troppo. Nel complesso comunque positivo.

GIORGINO 6 – Fa il solito lavoro oscuro sia in attacco che in difesa. Meglio in fase di interdizione che di costruzione, ma torna dopo tre mesi a giocare una gara ufficiale ed in certi frangenti dimostra perchè a lungo è stato considerato un giocatore indispensabile per la squadra di Apolloni.

CORAPI 6,5 – In questo primo assaggio di Lega Pro, campionato che lui conosce molto bene, dimostra di essere in alcuni tratti davvero di un’altra categoria. Prende la solita dose di calcioni ed esce alla grande da alcune situazioni di pressing avversario. Prova un paio di volte il tiro da fuori con poca fortuna, ma quest’anno il pallone ufficiale viaggia ad alte velocità, particolarità che Ciccio apprezza senz’altro.

NUNZELLA 7 – Uno dei migliori in campo. Conferma le buone impressioni lasciate nelle prime amichevoli, puntando spesso il fondo e servendo un ottimo cross per il gol del pareggio di Evacuo.

piace-esultanza-gol-evacuoEVACUO 7 – Chi lo conosce bene dice di non preoccuparsi per lo stato di forma attuale, visto che un giocatore con il suo fisico ha bisogno ancora di molto lavoro. Al di là della condizione sforna un gol ed un assist. Viene quasi da chiedersi cosa potrà fare quando sarà al 100%…

NOCCIOLINI 6 – Sgomita e lotta per cercare di aprirsi spazi all’interno della difesa piacentina. Patisce le difficoltà di manovra offensiva di tutta la squadra e la mancanza di palloni giocabili in alcune situazioni, ma la sufficienza se la merita per la voglia messa in mostra durante tutto il tempo che è rimasto in campo.

MAZZOCCHI 6,5 – È un giocatore molto diverso da Garufo (che con il suo ingresso è arretrato in difesa), e lo si vede quanto punta l’uomo in alcune occasioni, riuscendo puntualmente a saltarlo. In alcune azioni dimostra di aver imparato molto anche in fase difensiva, essendo spesso il primo giocatore a rientrare ogni qual volta il Parma perdeva il pallone.

SCAVONE 6 – In questa partita ha avuto poco tempo per mettersi in mostra, ma di sicuro lo vedremo spesso in campo. Il giocatore arrivato dalla Pro Vercelli prova in un paio di occasioni a servire i compagni in verticale, aprendo spazi con i suoi inserimenti.

GUAZZO 7 – Si alza dalla panchina per scaldarsi e riceve un buon numero di applausi. Entra al 40′ ed al 44′ scarica in porta un missile che conteneva tutta la voglia di far vedere di poter stare benissimo in una squadra come questa. Commovente poi la dedica al padre subito dopo la rete. E se fosse davvero la sua stagione?