LE PAGELLE DI GABRIELO – SERIE D EDITION – VIRTUS CASTELFRANCO-PARMA 0-0

È difficile commentare una partita del genere, brutta e nervosa. Da una parte un Parma in crisi di gioco che getta via l’intero primo tempo e solo nel secondo combina qualcosa di discreto, dall’altra undici fabbri a piede libero e un arbitro strafatto di spritz e pizzette avariate. Perlomeno ci sarà da ridere, le Pagelle di Gabrielo, Virtus Castelfranco-Parma 0-0.

Phil Thomas Zommers detto Zommers 6: Di fiducia, non ha praticamente fatto nulla. Fornitegli dei passatempi, non so, una Playstation con GTA.

Adorni 6: Diligente e attento, non arrivano pericoli dalla sua parte. Certo dovrebbe spingere con più vigore e mettere palloni in mezzo meno rozzi e semplici. È giovane, può migliorare.

Lucarelli 6.5: Doppio lavoro, quello di difensore e quello che ha tentato invano di far ragionare un arbitro completamente fuori di melone. Che fatica.

Cacioli 6: Autoritario come al solito. A voler essere maliziosi, il giallo è sembrato quasi cercato apposta per poter scontare la squalifica mercoledì.

Agrifogli 6: Piuttosto ancorato alla linea difensiva, è attento e non commette errori. Molto timido nell’approcciarsi nella metà campo avversaria, un po’ come Saporetti. Evidentemente Apolloni ci tiene ad avere terzini sinistri timidi. Sarà la sua perversione, come Donadoni che metteva chiunque regista.

Corapi 10: Solo due esseri potevano uscire vivi dal campo dopo 90 minuti di calci, pugni, spinte, suplex e testate: Corapi e Terminator.

Giorgino 6.5: Cerca di mettere ordine in una partita dove il centrocampo sembrava un teatro di guerriglia urbana.

Sowe 5: Tanta confusione, giocate sporche, stop in quattro tempi. Tanto fumo e poco panettone che l’arrosto fa male, dicono. Incredibile il fatto che al posto delle gambe abbia dei sedani.

Baraye 5: Nervoso, confusionario, forse pure fuori ruolo visto che al 99% si accentra e non cerca mai il fondo. La mentalità è quella della punta, perché ostinarsi a schierarlo largo?

Musetti 4: Utile come un palo della luce. In mezzo al mare. Legnoso, lento, ciabatta un paio di conclusioni ricordando al mondo che, sì, siamo in serie D come dilettanti. Riscatto cercasi.

Longobardi MALLEOLO: Quello che ha lasciato sul campo. Auguri bomber.

Guazzo GUAZZO: QUANDO GIOCA GUAZZO IO DIVENTO GUAZZO ED ESPLODO DI GUAZZO. GUAZZO CHE AVEVA ANCHE FATTO UN GOL ALLA GUAZZO MA POI L’ARBITRO, ANCH’EGLI GUAZZO, L’HA ANNULLATO. CARTELLINO ROSSO ALLA GUAZZO CON COMBINAZIONE DESTRO SINISTRO SUL COPPINO. AVVERSARIO COLPITO CHE CADE TRAMORTITO DA PESCE LESSO FAI RIDERE, PERCHÉ SE GUAZZO TI COLPISCE DAVVERO ALLA GUAZZO NON C’È GUAZZO CHE TENGA.

Lauria 6: Frizzantino.

Melandri 6: Caffè corretto sambuca.

ARBITRO 9: Grandissimo. Ottima l’idea di fare un aperitivo ALLA GUAZZO prima della partita e arrivare al campo carico come un toro. Cartellini a caso, atteggiamento da bullo di periferia, gol regolare annullato, malleoli rotti senza sanzioni e non vado oltre perché poi faccio querelare il Direttorissimo e non voglio.

Gabrielo

WeatherTech from ParmaFanzine.it on Vimeo.