LE PAGELLE DI GABRIELO – SERIE D EDITION – PARMA-FORLI’ 0-0

Parma-Forlì è stata una brutta partita. I crociati hanno avuto difficoltà a produrre gioco e sono sembrati fisicamente inferiori agli avversari, molto più aggressivi e in grado di fare un pressing davvero efficace. Qualcuno dice “non possiamo vincerle tutte“, eppure così, per ora, sembra debba essere, perché l’AltoVicentino non molla… Le Pagelle di Gabrielo, Parma-Forlì 0-0.

Panfilo Maria Zommers detto Zommers 6.5: Sicuro e tranquillo come un vecchio al bar che ha la mano giusta quando in palio c’è un mezzo salame. Crescita costante.

Adorni 5: Pasticcione e disattento, perde il confronto diretto con Turchetta, suo avversario diretto sulla fascia e migliore in campo per il Forlì.

Cacioli 6: Solita prestazione solida ed efficace. Per la categoria è una sicurezza, nonostante qualche svarione.

Lucarelli 6: Limita con mestiere gli attaccanti avversari facendo sentire fisico ed esperienza.

Saporetti THE TASTE 5.5: Gioca un po’ meglio del collega di fascia opposta ma anche lui soffre la freschezza dell’avversario diretto di cui non ricordo il nome e cercarlo su Google mi fa fatica.

Giorgino Jorquera 6: Fatica a trovare continuità di gioco soprattutto per l’enorme pressing del Forlì. Ad ogni modo sbaglia pochissimi palloni ed è affidabili (e sexy) come sempre.

Corapi 6: Vale lo stesso discorso fatto per Giorgino perché anche lui fatica non poco per via della pressione avversaria. Evidentemente il Forlì deve essere dotato di una tecnologia in grado di rilevare anche le persone più piccole.

Melandri 4.5: Un vero e proprio fantasma. Totalmente avulso dal gioco e partita completamente steccata. Riprenditi Micio.

Baraye 5.5: Quasi-sufficienza generosa ma, in fondo, è l’uomo più pericoloso e imprevedibile della squadra. Nonostante abbia fatto tanta fatica, le azioni migliori sono le sue.

Ricci 5: Uno splendido tiro a giro nei primi minuti e poi basta. Inizia a litigare col fuorigioco e non capisce più nulla.

Longobardi 6.5: Il migliore del pacchetto avanzato. Cerca di aprire spazi e creare occasioni ma non è supportato da nessuno causa sciopero neurovegetativo dei tre dietro. Ah già, nel tempo si sarebbe anche procurato un rigore cristallino.

Sereni 5: Altra occasione sprecata. Non incide per nulla e sbaglia sistematicamente l’ultimo tocca, che sia un tiro o un passaggio. Entrare in questa gara, ad onor del vero, era comunque difficile.

Guazzo GUAZZO: ANCHE OGGI IO A GUAZZO DO UN VOTO GUAZZO PERCHÉ NON POSSO FARCI NIENTE E QUANDO LO VEDO DIVENTO GUAZZO*.

Gabrielo

*Incide poco e si rende pericoloso solo con una punizione.


WeatherTech from ParmaFanzine.it on Vimeo.