Le Pagelle di Gabrielo: Parma-Udinese 0-3

Mirante 5: Che cosa dire, non è di certo colpa sua ma ha sempre preso tre gol. Sul secondo, poi, l’Antonio non spicca certo per brillantezza e sicurezza. Ha giocato male (anche in disimpegno) ma è l’ultimo dei colpevoli.

Santacroce 4: Sinceramente, avreste mai pensato in vita vostra di dover rimpiangere l’assenza di Benabanana? No, lo so, no. E invece: rivogliamo Benabanana tum tum tum, rivogliamo Benabanana tum tum tum. Peraltro alcuno fonti anonime hanno ipotizzato che oggi in campo non c’era Santacroce, ma Morrone abbronzato. Solo così, infatti, si spiegherebbe perché Fabiano correva in quella maniera ingobbita tipica del nostro ex-capitano.

Paletta 5.5: Ha giocato bene? No, non ha giocato bene. Eppure il buon Palettone è il meno peggio della difesa crociata. Nei primi minuti salva la squadra con un paio di interventi molto buoni. Poi, è chiaro, se gli attaccanti avversari arrivano a folate ogni due minuti, alla terza discesa il gol lo prendi. Purtroppo o per fortuna, anche Paletta è un essere umano. Sì, nonostante quei capelli.

Lucarelli 5: Nel marasma generale dei continui attacchi degli “avanti” di Guidolin ci capisce davvero poco e, volente o nolente, è spesso preso in mezzo dai veloci giocatori friulani. Certo che con un centrocampo del genere e zero filtro, anche per lui valgono le attenuanti che sono valse per il compagno di reparto Paletta. Ah, il solito appunto: Alessandro, per favore, non impostare l’azione, non sei capace. Dai.

Gobbi 5.5: Gobbi è un brav’uomo, lo diciamo sempre. Costantemente in campo, mai un turno di riposo e sempre a correre e a combattere. Il “problema” è che Massimo è un buon giocatore di manovalanza e nulla più: non spicca mai, in positivo o in negativo. Fa il suo, nessuno lo nota più di tanto e i bambini comprano la maglietta di Benabanana. Massimo, ti siamo vicini.

Rosi 4.5: Mannaggia quanto ha giocato male Rosi. Mannaggia. Gran corsa, ma a vuoto. Nessun cross degno di nota. Niente di niente. In settimana la società lo manderà a un corso di geometria per bambini. Lezione numero uno: le diagonali.

Valdes 4: Ennesima settimana sfortunata per il numero 10 (…) gialloblù. Il buon Jaime, noto appassionato di shopping online, ha provato ad ordinare l’enciclopedia delle traiettorie. Solita sfiga: Amazon gli ha recapitato un paio di stagioni di CSI. Risultato: ora Jaime è un ottimo detective specializzato in balistica, ma non è ancora in grado di mettere un pallone decente. Il cileno, dopo la bordata di fischi alla sua uscita, si è giustificato: “in quel telefilm di merda nessuno viene mai ucciso con una pallonata”.

Marchionni 4: Qualcuno di buona volontà mi spiega perché Marchionni sembra una mattonella con la gambe? Marco, ma cosa ti è successo?

Biabiany CIAO: Ciao, dai. Ciao davvero.

Sansone 5: Nicola, spiegami, ma cosa ti è venuto in mente nell’episodio del secondo gol di Muriel? Ecco un dialogo avvenuto in curva Nord:

– Gabrielo: “Certo che Sansone quando gioca dal primo minuto è come se sparisse…”

– Donna bellissima: “Ma no! Guarda che recupero! Torna pure in difesa! Grande Nicola!”

– Palla persa da Sansone e sugli sviluppi gol di Muriel

– Gabrielo: “Dicevi?”

Amauri 7: Cosa vuoi dire di un giocatore che nell’apatia più generale lotta come un torello, sfiora il gol, viene sotto la curva ad applaudire a fine partita e regala anche la maglietta? Solo grazie, gli puoi dire.

Belfodil 6: Alcuni acuti osservatori hanno affermato: “Belfodil non ha fatto niente”. Bene. Cosa doveva fare? Sì, avrebbe potuto dribblarne sei o sette e sfondare la porta con un paio di siluri terra-aria con conseguente crollo della Curva Nord per la troppa potenza atomica. Peccato che il ragazzo si chiami Ishak e non Batman. Ha tirato in porta e ha spizzicato una palla per Amauri nell’unica azione decente del Parma. Apprezzabile.

Ninis 10: Ha sostituito quel cadavere ambulante di Valdes, ha giocato meglio, ha battuto un paio di angoli da persona normale e si è degnato di salutare la Nord. Ti vogliamo bene, Messi del Peloponneso!

Galloppa NON LO SO: Ciao Danielino, spero tu abbia messo la giusta dose di crema solare sul viso.

Donadoni 3: Quando ho visto Biabiany mezz’ala ho avuto una fortissima crisi epilettica e per un momento ho addirittura invocato Marino. Poi mi sono calmato, ma non troppo.

Gabrielo