LE PAGELLE DI GABRIELO, PARMA-JUVENTUS 1-0

Sveglia gente (111), sveglia. Questa mattina mi sono svegliato e il mio gatto (juventino e fan di Pogba) mi ha chiesto: “Perché sei infelice amico mio?“. Io ho risposto: “Infingardo felino, cerca di ragionare, sintonizza il cervello intasato di croccantini. Potevamo salvarci sul campo! Sì, anche con Ghezzal!“. Festeggiamo, grigliamo di tutto, danziamo nudi ma il rammarico per i punti gettati al vento (Cesena…) gridano vendetta perché la partita di ieri ha dimostrato che la rosa per salvarsi c’era. Purtroppo però, lo stesso gruppo di eroi che ha fermato la Vecchia Signora, è stato vittima di un tracollo mentale che ha permesso scempi come Parma-Genoa e altri capolavori annessi. Peccato. Ma ora torniamo all’attualità, le Pagelle di Gabrielo, Parma-Juventus 1-0.

Mirante 7: Perfetto nel chiudere la porta a Coman e Pereyra, lavora anche bene sui palloni alti aiutato dai compagni della difesa che lo proteggono a dovere. Bello, tatuato, latino. Un fico.

Pedro Bellissimo Mendes 8: Mastino idrofobo morde le caviglie di chiunque passi dalle sue parti, tirando mazzate (e un paio di suplex alla Brock Lesnar) come se non ci fosse un domani. Koman è tornato all’asilo.

Santacroce 7.5: Motorino instancabile finché esaurisce la batterie e sale alta la voglia di grigliata della vittoria. Anticipa tutto e tutti, pure suo cugino in vacanza in Giappone. E chi ci credeva? L’anno prossimo in forma smagliante e in SERIE B (acquirente lo so che mi leggi, ti voglio bene).

Zorro Feddal 7.5: Ma questo qua cosa lo avevamo mandato a fare a Palermo? Non sbaglia nulla, solidissimo e dalla tecnica raffinata per essere un difensore. Bravo sia centralmente che da terzino. Ragazzi, è il nuovo Benabanana!

Gobbi 7: Nove polmoni ieri. Corre su tutta la fascia vincendo nettamente il duello con lo svizzero Liccomesiscrive. Centurione.

Nocerino 6.5: Lascia il compito di incursore a Mauri e lui si mette a fare la legna, mettendoci cuore e muscoli fino alla fine. Non getta mai via la palla e gioca una partita di assoluta intelligenza tattica. A fine partita regala ciuffi di barba ai tifosi festanti. Se piantante i peli in un terreno adatto vi cresce un albero vivente tipo I Guardiani della galassia. Cool.

Gigi Giorchera 6.5: Polleggiato e con una pettinatura dichiarata fuori moda dal 1990 dirige il centrocampo crociato senza patemi gestendo il pallone in maniera logica e senza sbavature. L’inesistente centrocampo di Allegri lo facilita nel compito.

PEPPINO MAURI 10: VIENE DALLE CAVERNE E HA ANTENATI NEI MAGICI NANI GUERRIERI DEI LIBRI DELLA FANTASY. EROE DEI DUE MONDI, CAPO DEL GOVERNO E AMMINISTRATORE DELEGATO DELLA SALSICCIA PICCANTE SUL FUOCO VIVO. GRIGLIA TUTTO PICCOLO AMICO, GRIGLIA TUTTO. IL DOMANI È TUO.

Varela 6.5: L’eroe di Parma-Udinese ha meno benzina e si vede. Parte piano ma riesce a dare il suo prezioso contributo gestendo la sua fascia di competenza senza mai gettare via un pallone. Altra categoria, un giocatore di assoluto livello.

Ghezzal che non presta il caricatore del cell 6.5: Corre come un matto e nonostante spesso pensi la cosa giusta e poi faccia quella sbagliata si rivela molto utile. Rompe le palle agli avversari come una zanzara e partecipa all’azione del gol.

Belfodil 7: Continua la maledizione sotto porta ma la sua prestazione a tutto tondo è una manna per i compagni. Non ha ha paura ad abbassarsi per fare a sportellate e serve a Mauri un assist al bacio (di falafel, mica Perugina) per il gol vittoria. Camaleonte.

Cassani SV: L’altro giorno mi è impazzita la maionese nel robot da cucina. Consigli pratici? Grazie.

Lila SV: Una volta all’anno vi consiglio di pulire a fondo le tapparelle. Io l’ho fatto di recente e ho trovato un nido d’api a forma di Toni Calvo.

Prestia SV: SIAM VENUTI SIN QUA, SIAMO VENUTI SIN QUA, PER BALLARE INSIEME A PEESTIAAAAAAA. OH OH OH OH.

Gabrielo