Le Pagelle di Gabrielo, Parma-Catania 0-0

Brutto pareggio interno del Parma, contro un Catania che ha rischiato anche di vincere la partita. Le Pagelle di Gabrielo, quindi, saranno caldissime. 

Mirante 6: qualche buon intervento, un po’ di fortuna (due i legni colpiti dal Catania) e anche qualche disimpegno di piede a casaccio. Però non prende gol e di solito è questo il mestiere del portiere.

Cassani 5.5: spinge poco, crossa poco, difende poco. Ma la barba è sempre straordinaria.

Lucarelli 6: partita onesta senza troppo sudare.

Paletta 6.5: per larghi tratti il migliore in campo, anche se fargli impostare il gioco e lanciare dovrebbe essere dichiarato illegale da ogni tribunale del mondo.

Gobbi 6.5: il calcio è uno sport straordinario. Max ha giocato una delle peggiori partite dell’anno. Non ha azzeccato praticamente niente. Però ha salvato ben due gol e quindi è un eroe. Ciao!

Gargano 5: mi sono accorto che ha giocato quando è uscito. Serve dire altro?

Marchionni 4.8: praticamente ha passato la partita a cercare di menarsi con qualcuno ma nessuno lo ha preso sul serio.

Parolo 5.5: il meno terrificante dei tre di centrocampo. Ci prova a farsi vedere in avanti ma è lucido come uno studente foggiano in erasmus ad Amsterdam.

Cassano 5: lento, impreciso, prevedibile. Anche all’andata aveva giocato molto male. Catania bestia nera.

Amauri 6: solito grande impegno. Prova a prendere anche i cross impossibili, quelli che se li facevano i tuoi amici in giardino te ne andavi. Martire.

Biabiany 5.5: ha provato a dare qualcosa ma oggi non ricordava come si crossa. Smemorato.

Acquah 10: almeno è entrato infoiato come una pecora di alta montagna.

Palladino 5: utilissimo.

Molinaro 9: sembra un impiegato delle poste o un commercialista. Grandissimo.

Gabrielo