LE PAGELLE DI GABRIELO, CAGLIARI-PARMA 4-0

Penso che cambierò hobby. Mi dedicherò al bricolage, oppure alla costruzione di case per uccelli. Uccelli che, ovviamente, al momento giusto cucinerò in umido col guanciale croccante e le verdure cremose. Cottura lenta. Così come lentamente ma inesorabilmente cuciono le mie parti basse nel vedere il Parma prendere quattro banane pure dal Muratori FC di Fontanellato. Le Pagelle di Gabrielo, Cagliari-Parma 4-0.

Iacobucci NON HA IL COLLO: Calzante come un vegano che al November Pork chiede: “Scusi ma avete il burger di seitan con salsa alla democrazia?“.

Pedro Bellissimo Mendes 5: Più efficace come modello di calzini di amianto che come difensore di una squadra di calcio.

Costa HAHAHAHAHAHAH: Cioè alla fine praticamente tu invochi Costa al posto di Lucarelli e poi prendi quattro pere dal Cagliari. Cioè praticamente domani mi iscrivo ai terroristi.

Zorro Feddal 5: Avelar come Messi e più di Messi. Ottimo lavoro!

Varela 6: Praticamente come dire l’unico che cucca alla fiera delle carte magiche elfiche e runiche dove quello più figo ha come migliore amico un brufolo di nome Lorenzo Paolucci.

Nocerino A TUTTA BARBA: Secondo me quella barba lì non la tagli nemmeno con i Miracle Blade dello Chef Tony. Avete presente quello che per farvi vedere che i suoi coltelli sono il top stupra un pane in cassetta e poi dice “GUARDA CHE SCHIFO CA**O. ADESSO COSA CI FAI CON QUESTO COLABRODO? FUCK THE FUCK“.

Gigi Giorgera 5: Tipo quel ragazzo della terza C che sì, ok, non ruba le galline ma nemmeno è fico come Gennaro Bauletto della terza B che ha il motorino modificato dallo zio ex-carcerato col tatuaggio “I love mum“.

Mauri 6: Almeno corre e comunque se Sturaro figura bene in Champions col Real Madrid di CR GILLETTE il domani è tutto suo.

Gobbi GOOOOOOL: Sfiora il gol e visto il livello è come una tripletta di Ciccio Cozza in finale di Coppa del mondo.

Coda DI ROSPO: Buona. Non so indicarvi ricette. Usate Google.

Ghezzal SIMPATICO: Ok, però dopo un po’ anche basta.

Lila FACINOROSO: Un po’ black block, un po’ burbero postino dal cuore d’oro. Tipo quello di “Mamma ho perso l’aereo” che spala la neve. Sembra cattivo ma poi è buono.

Gabrielo