LAURIA: “TENIAMO TANTISSIMO ALLA COPPA ITALIA. MOUSA BALLA È STATA UNA SORPRESA ANCHE PER ME…” – VIDEO

Ha segnato due gol ma non il terzo, e solo perchè dal dischetto ha voluto calciare Baraye, di fatto sottraendogli il pallone dalle mani. Ma anche oggi la prestazione di Fabio Lauria è stata assolutamente da sottolineare, in una gara che ha visto il Parma vincere in rimonta contro un avversario che comunque ha fatto la sua partita.

Ecco il video e la trascrizione delle parole di Fabio Lauria al termine di Parma-Ribelle 3-2

Perchè ho lasciato il rigore a Baraye? Il rigorista ero io, lui mi ha chiesto cortesemente di lasciarglielo, e non mi sembrava il caso di dire di no. Siamo compagni di squadra, se la sentiva, e va bene così. Con Guazzo non c’è stato modo di conoscerci approfonditamente, ma è un giocatore che ti fa giocare bene, ti fa la sponda e quindi viene tutto più naturale. Mousa Balla è stata una sorpresa anche per me, non pensavo potesse entrare così velocemente nei meccanismi. In attacco ci siamo mossi abbastanza bene, e non era una partita semplice, eravamo decimati in difesa, non era semplicissimo organizzarsi per bene. Con noi le squadre giocano di rimessa, è anche difficile leggere determinate situazioni, purtroppo abbiamo preso questi due gol, e ci dispiace perchè in campionato ne avevamo subito solo uno, e su rigoreOggi abbiamo fatto tre gol, ma ne ribelle-evidenzaavremmo potuti fare altrettanti. Il cinismo è una cosa fondamentale, perchè in partite nelle quali le squadre sono chiuse devi cercare di sfruttare i palloni che hai a disposizione. I nostri attaccanti sul loro curriculum hanno molti gol, quindi ci può stare un po’ di frenesia sotto porta, ma quando staranno bene Guazzo e Longobardi di gol ne faranno, e anche parecchi. Non mi aspettavo di fare così tanti gol all’inizio, ma ci speravo. Nella scorsa stagione ho fatto 17 gol, quindi mi auguravo di iniziare bene. Dietro alla punta mi sono sempre trovato bene, posso fare anche l’esterno in base alle mie caratteristiche che non sono quelle di un corridore. Mi adatto a tutto, poi in questa parte della mia carriera sto giocando come seconda punta, i risultati arrivano, quindi spero di continuare così. La Coppa Italia conta tantissimo, e poi noi siamo il Parma quindi qualsiasi partita va vinta o dobbiamo cercare di vincerla. Poi è fondamentale perchè è una competizione che ci dà la possibilità di dare spazio a chi gioca meno. Ci teniamo tantissimo. I due gol una risposta alle partite in cui ho iniziato in panchina? Anche se siamo nei dilettanti siamo dei professionisti, ci dobbiamo mettere tutti a disposizione, nessuno si può sentire sicuro del posto e questa è una cosa fondamentale anche per vincere il campionato. Abbiamo una rosa ampissima, e qualsiasi giocatore prendi dal Parma gioca anche in Lega Pro, quindi è una rosa che spinge il Mister a fare delle scelte“.