TORINO-PARMA A DAMATO: BRUTTI RICORDI RIPENSANDO A LAZIO-PARMA…

Qualche ora fa sono stati rese pubbliche le designazioni arbitrali relative alla penultima giornata di Serie A. Torino-Parma, sfida importantissima per la qualificazione all’Europa League, sarà arbitrata da Antonio Damato di Barletta, coadiuvato dai guardalinee Di Liberatore e Padovan, dal IV uomo Bianchi e dagli addizionali Mazzoleni e Irrati.

Andiamo ad analizzare i precedenti visto che è molta la carne al fuoco, soprattutto per quanto riguarda Damato e Mazzoleni.

damatomazzoleniDAMATO – Con l’arbitro di Barletta in questa stagione i crociati hanno un solo precedente, Lazio-Parma, che rievoca brutti ricordi non solo legati al risultato finale (3-2 per i padroni di casa). Durante la partita dell’Olimpico, infatti, Cassano subisce un durissimo colpo da tergo, una sforbiciata da parte di Ciani che pregiudicherà le condizioni del barese. FantAntonio, infatti, resterà in campo ma sarà successivamente costretto a saltare le partite contro Roma, Napoli e Bologna. Un fallo da cartellino rosso, ma non per Damato, che si limita ad ammonire il difensore biancoceleste. Risultato: Lazio ancora in 11 e Cassano “azzoppato. E per fortuna che secondo un’intervista rilasciata proprio da Damato il 5 gennaio del 2002 a Repubblica ripresa da stadiotardini.it, l’arbitro di Barletta stravede per il n°99 del Parma… In quel caso, almeno, non ha “stravisto giusto“.

IRRATI – Con Irrati, che farà le veci di arbitro addizionale, ci sono due precedenti in questa stagione. Il primo è Parma-Bologna, gara terminata 1-1. Inspiegabilmente inverte un fallo, ammonendo Marchionni per una simulazione che non c’è al limite dell’area del Bologna, ma per il resto il fischietto di Firenze riesce a tenere in mano la gara senza particolari errori. Anche nel secondo precedente, Livorno-Parma, l’arbitraggio di Irrati è positivo in una gara che fila via liscia senza dubbi o sviste.

MAZZOLENI – Con l’arbitro di Bergamo in questa stagione i precedenti sono due: con il Catania (0-0) e con il Napoli (con i crociati che hanno espugnato il San Paolo grazie al gol vittoria di Cassano). Le paure tuttavia provengono dalla sfida di domenica scorsa tra Lazio e Verona, con quel rigore assolutamente inesistente fischiato a favore dei biancocelesti nei secondi finali della gara. Un favore al Milan, almeno secondo i tifosi dell’Hellas (e non solo per loro…), ma anche un regalo innecessario alla Lazio che ha acciuffato un pareggio che di fatto esclude le due compagini dalla lotta per l’Europa. Visto il rigore concesso alla squadra di Reja pensare di avere Mazzoleni come arbitro addizionale, onestamente, mette i brividi.

I precedenti, quindi, non sono proprio così positivi. Speriamo bene…