L’AntiVigilia di Gabrielo, aspettando Cesena-Parma

Aspettando Cesena-Parma…

probabileformazione2014-15Ebbensì, care lettrici e cari lettori, ci siano, ritorna il campionato di Serie A e il nostro Parma tra due giorni debutterà allo stadio Dino Manuzzi di Cesena contro i padroni di casa. Una partita particolare, non tanto perché è un derby emiliano o perché la prima abbia un sapore particolare (e lo ha sempre), bensì perché è stata un’estate a dir poco particolare. L’esclusione dall’Europa League per motivi burocratici, i ricorsi, le sentenze, quelle arrivate e quelle non ancora arrivate. Sullo sfondo un calciomercato lento, lentissimo che dopo una serie di ritorni o risoluzioni di comproprietà ha visto in Lodi, Costa e De Souza i colpi portati dal Parma, perlomeno nel momento in cui questo pezzo viene steso. Nel frattempo, però, è anche scoppiato un caso Cassano che -francamente- i tifosi del Parma si sarebbero risparmiati volentieri. Il calciatore barese (che non è sul mercato, ha spiegato Leonardi) aveva tenuto una conferenza stampa dai sapori forti e decisi, indicando Parma come “la sua Barcellona”, in cui finire la carriera, magari con la soddisfazione di un’altra qualificazione UEFA sul campo. Si arriva insomma alla sfida di Cesena con tanti punti interrogativi, ma anche con la certezza che l’ossatura della squadra prodigio dell’anno scorso (per ora, il mercato finisce lunedì prossimo) è rimasta, assieme a quel Roberto Donadoni fautore dell’identità di gioco degli 11 in campo. Permangono, però, alcuni dubbi su alcuni big dati per partenti, come per esempio Biabiany, sulle cui tracce ci sono le milanesi e forse anche la Juventus.

In quest’ottica, allora, ben venga che il debutto sia su un campo perlomeno malleabile come quello di Cesena. I romagnoli, neopromossi dopo lo spareggio contro il Latina che era di Stefano Morrone, non sono certo una squadra irresistibile dal punto di vista tecnico, anche se l’entusiasmo per il ritorno in A e il fattore ambientale non sono elementi che il Parma deve sottostimare. La possibilità di iniziare il campionato con 3 punti nonostante una squadra non definitiva e con il calciomercato ancora apertissimo a qualsiasi soluzione è, dunque, concreta, anche perché il Parma scenderà in campo con ben poche novità rispetto allo scorso campionato (Belfodil e Lodi dovrebbero essere i nuovi a partire dal primo minuto, anche se il regista campano si è da poco messo a disposizione di mister Roberto Donadoni).

Tornano le 10 cose di ParmaFanzine e per questo debutto del Parma nella Serie A 2014/2015 con le 10 magliette da esibire in caso di gol

1) “Brigata Pippo Jankovic” sempre presente, per ricordare un campione ingiustamente mandato a giocare in una serie minore.

2) “Scusate se siamo brutti, ma hanno venduto Gianni Munari“, per giustificare la pesante perdita di fascino dovuta alla cessione di Mr. Seduzione.

3) “Chi è Lucas De Souza?“, perché nessuno lo ha ancora capito, tranne qualcuno che lo definisce il nuovo Emerson giusto per andarci cauto.

4) “Ninis dove sei?“, dedicato a un greco disperso chissà dove. #savethegreek

5) “Molinaro pagaci l’Irpef“, dedicato all’ex Commendator oggi manzo granata. A presto, sul campo.

6) “Non ho la licenza per esultare“, dedicato a…avete capito benissimo.

7) “La Nutella è finita“, dedicata al bizzoso Cassano. Antò, abbiamo bisogno di te, dai.

8) “Ma Ghirardi alla fine si è dimesso o no?“, nemmeno i giocatori lo hanno capito.

9) “Ho segnato da un cross da angolo“, dedicato a Ciccio Lodi nel caso fosse il primo giocatore dopo secoli a sapere battere i calci d’angolo.

10) “Gabrielo stai sereno“, dedicato a me perché stanno tornando, oh sì, stanno tornando le pagelle…

Buon Cesena-Parma a tutti.