L’AGENTE DI BELFODIL: “E’ IL PRIMO CHE SOFFRE QUESTA SITUAZIONE, MA LUI NON E’ UN TERZINO”

E’ sicuramente una delle delusioni di quest’inizio di stagione. Ishak Belfodil, tornato a Parma dopo la parentesi a metà tra Inter e Livorno, ha finora reso molto al di sotto delle proprie capacità, tradendo le aspettative della società e dei tifosi. Del momento poco felice del giocatore ha parlato in esclusiva il suo agente, George Atangana, ai microfoni di ParmaToday.

Ecco le sue parole:

belfodilBelfodil è il primo che soffre per questa situazione, è un ragazzo sensibile che vorrebbe spaccare il mondo. Mercoledì sarà a Collecchio per  gli allenamenti, ora è in Nazionale. Ha parlato con Donadoni e non vede l’ora di giocare per riscattare questo brutto momento, suo e della squadra. Lui è rientrato alla base per dimostrare il suo valore e per affermarsi, ma in questo momento è difficile, viste le condizioni della squadra e di classifica. Donadoni è uno bravo, saprà uscirne, con Ishak ha un rapporto ottimo e parlano spesso, se è tornato è anche perché lo ha voluto lui. E’ l’allenatore che lo ha capito di più, che lo ha fatto rendere al meglio e che lo ha cercato con insistenza anche nel mercato. Insomma fra loro c’è feeling, sa che in questo momento non sta rendendo al meglio, ma stanno lavorando insieme per migliorare”.

“Cassano? E’ il sogno di tanti giocare con FantAntonio, e dispiace vedere un Parma così in basso con tutto questo potenziale e con un allenatore top. Siamo alla sesta giornata, lui è tornato per riprendersi il palcoscenico che ha lasciato, sa che può fare bene, ha tanto da imparare e soffre perché le cose vanno male. Tutti sappiamo che Belfodil ha dato il meglio con una punta vicino, lui attacca l’area ma sa fare anche i movimenti giusti che mandano in porta gli altri. E’ un attaccante moderno, Donadoni lo sa. Se lo sta impiegando come ala ci sarà un motivo, ma sicuro non è quello il suo ruolo. Non fa il terzino, ma se ha deciso il Mister noi rispettiamo la decisione e lavoriamo sodo. Per il resto, mi sento di dire che è presto per qualsiasi giudizio. Mercato? Siamo alla sesta di campionato. Se andrà via a gennaio? Non lo so,  non credo, tutto può essere…”.