LA REGOLA DEGLI OVER, LE ATTESE E LE TRATTATIVE: MERCATO CROCIATO ANCORA IN STALLO

Trattative lunghe e complicate, tantissime alternative e la volontà di guardarsi attorno prima di compiere scelte definitive e fondamentali per una stagione complicata ed affascinante. Il mercato del Parma a livello ufficiale non è ancora iniziato, ed è una cosa che ormai è stata detta in tutte le salse. Con il solo Lucarelli ad aver ufficializzato il rinnovo, tutto il resto è da costruire. A partire dalle riconferme, e non solo di quei giocatori che sono già stati annunciati durante la conferenza stampa di qualche settimana fa, ma anche di quei giocatori ancora sulle spine: su tutti Baraye, Guazzo e Lauria.

sm-lauriaQuest’ultimo, a differenza di quanto riportato da alcuni organi di stampa, non sarebbe affatto vicino alla firma con il Grosseto. Dopo aver incassato la promessa di venire confermato in caso di ampliamento del numero di Over 21 in rosa concesso dai regolamenti, Fabio Lauria ha infatti ascoltato tutte le proposte che gli sono state fatte, e quella della squadra toscana è ben lontana dall’avvicinarsi alle richieste del giocatore. Anche Yves Baraye e Matteo Guazzo, dopo aver dichiarato la loro volontà di restare e di dare il massimo per la causa, sono in attesa di ciò che avverrà martedì durante la riunione di Lega.

Gravina, infatti, ha lasciato intendere che potrebbero esserci novità. Dopo l’ampliamento della Lega Pro a 60 squadre, e dei playoff ai quali accederanno una caterva di squadre, il Presidente di Lega ha infatti sottolineato che il campionato che inizierà il 28 agosto sarà decisamente lungo ed estenuante, e che quindi andrebbero “allentati” alcuni limiti che inizialmente erano stati previsti. Proprio martedì, dunque, potrebbe cambiare il mercato dei crociati. Se verrà confermato il tetto dei 16 Over 21 in rosa, non solo Lauria ma anche uno tra Baraye e Guazzo (o addirittura entrambi) potrebbero salutare definitivamente Parma. Se invece verranno ampliati (ad esempio a 18) le strategie potrebbero anche subire qualche modifica, soprattutto se non ci sarà alcun limite per gli Under 21.

parma-lega-pro.benvenutoIn ogni caso proprio la riunione di martedì potrebbe rappresentare un giro di boa importante per un mercato che al momento è ancora in fase di stallo. Alcuni obbiettivi sono sfumati, ma sono davvero tantissimi i nomi che compongono la possibile lista della spesa. Si attende, si negozia, si parla e si ragiona su quelli che potrebbero essere i nomi giusti, facendo anche i conti con un contesto leggermente diverso. Se il Parma in Serie D rappresentava una sorta di paradiso per blasone, potenza e strutture, in Lega Pro resta comunque una piazza ambita e importante, ma entrano in gioco diverse variabili come procuratori, interesse da parte di squadre di categoria superiore (il nostro esempio è sempre lo stesso: il Verona in B con un paracadute milionario e la volontà di risalire rapidamente in Serie A) e quant’altro che rendono molto complicate alcune delle trattative in corso. Con Volta che si allontana proprio quando sembrava molto vicino, Antenucci che tentenna, Evacuo e Cacia sempre in ballo, e tutti gli altri nomi sotto osservazione che non sono ancora passati sotto la luce dei riflettori.

Da martedì potrebbe però iniziare a cambiare qualcosa. I tifosi, nel frattempo, aspettano i primi colpi in vista non solo del ritiro, che inizierà il 10 luglio, ma anche della campagna abbonamenti che partirà qualche giorno più tardi. La volontà della società è proprio quella di agire prima del raduno, e presto in questo senso potrebbero arrivare, speriamo, segnali confortanti.