LA PROSSIMA AVVERSARIA – CAMPANILISMO, GIOVANI E LOW BUDGET: SCOPRIAMO LA FORTIS JUVENTUS

La prossima avversaria del Parma è la Fortis Juventus, squadra che ha sede a Borgo San Lorenzo, cittadina di circa 20mila abitanti in provincia di Firenze. Una zona, quella fiorentina, caratterizzata da un fortissimo campanilismo: non è infatti strano vedere un giocatore che, uscito dal settore giovanile, decide di giocare nella propria squadra d’origine, anche trovandosi a disputare campionati di livello inferiore, rifiutando offerte più ambizioese. Con queste difficoltà si scontra la Fortis Juventus, visto che nel raggio di circa 20-30 km ci sono ben 10 società, la metà delle quali con il proprio settore giovanile. Ciò nonostante, e a prescindere anche dal “low budget” a disposizione, quella dei biancoverdi è una realtà solidissima in Serie D, visto che dal 2000 ha disputato ben 14 campionati di quarta serie.

fortis-juventus-avversariAlla guida della Fortis c’è Simone Venturi, subentrato a sorpresa a Vannini poco prima dell’inizio del campionato. Il nuovo tecnico, che ha un passato da calciatore professionista con le maglie di Pistoiese, Spal, Novara, Arezzo, Grosseto e Forlì, non ha voluto stravolgere il lavoro fatto dal suo predecessore, mantenendo così il 3-5-2 come modulo di gioco.

Il giocatore di riferimento è Michele Fusi, difensore originario proprio di Borgo San Lorenzo. Classe 1980, in passato ha vestito la maglia dell’Empoli, del Montevarchi, del Grosseto e del Viareggio prima di “tornare a casa”, vestendo la fascia di capitano della Fortis Juventus, squadra per la quale milita da 5 stagioni consecutive. È anche il rigorista dei biancoverdi, e con i due centri dal dischetto in due gare di campionato è al momento il capocannoniere.

È proprio lui uno dei tre difensori che si posizioneranno davanti ad Andrea Santoro, portiere classe ’97. A completare il pacchetto arretrato dovrebbero essere Alessandro De Vitis, classe ’94 in prestito dal Poggibonsi, e Cosimo Miccinesi, classe ’96 arrivato dal Prato.
I due cursori di fascia dovrebbero invece essere Vincenzo Iaquinandi, un’95 che ha già collezionato 63 presenze e 3 reti in D, e Niccolò Nencioli, un ’91 con uno score di 100 presenze in D e 9 reti dopo le 14 apparizioni in C2 nei primi due anni della sua carriera. In mezzo il tecnico biancoverde potrebbe puntare ancora sul trio Serotti-

Foto della serata di presentazione della Fortis Juventus, tratta dal sito ufficiale della società biancoverde

Panelli-Gori: Elia Serotti è nato proprio a Borgo San Lorenzo, nel ’91, e ha vestito solo la maglia della Fortis in carriera, collezionando 132 presenze e 6 reti in Serie D; Tommaso Panelli, classe ’94, è alla terza stagione di D dopo aver militato due anni nello Scandicci; Leonardo Gori (’96) è invece un prodotto delle giovanili del Siena, e ha militato anche nel Pontedera e nel Livorno, collezionando presenze quasi esclusivamente nei campionati giovanili.
Per i due posti in attacco è lotta a tre: con ogni probabilità uno dei favoriti è Jean Kouko, classe ’91, che ha disputato in passato alcune stagioni nelle categorie inferiori a parte un campionato di D con lo Scandicci (20 presenze e due gol); nella scorsa stagione con la maglia dell’Antella (Promozione) ha messo a segno 13 reti. Gli altri due contendenti sono Andrea Gianotti, classe ’93 con 4 presenze in Lega Pro con il Prato e 54 apparizioni e 15 reti in D con lo Scandicci, e Filippo Moscati (’92): 45 presenze e 28 gol nelle giovanili del Livorno, prima di un’esperienza in C2 con il Gavorrano e le due stagioni in Lega Pro con la Pro Patria, nelle quali ha raccolto 22 presenze.