LA PROPOSTA DI PFZ.IT – NORD ESAURITA? CREIAMO L’ “ABBONAMENTO SOSPESO”

Se gli abbonamenti dovessero superare quota 7.000 (e quindi arrivare alla capienza limite per evitare l’utilizzo della Tdt, considerati i 500 posti destinati al settore ospiti), la proposta che stiamo per lanciare non servirà praticamente a nulla, visti i complicati meccanismi di delega imposti dalle normative. In attesa di scoprire se quella cifra verrà superata (sembra sia possibile, ma non è scontato), riflettendo sulla situazione attuale degli abbonamenti abbiamo deciso di lanciare una proposta: la creazione dell’ “abbonamento sospeso”.

Quest’idea nasce da una considerazione: visto l’andamento della campagna abbonamenti, al 90% la Curva Nord verrà completamente riempita dagli abbonati, senza la possibilità di mettere in vendita alcuni biglietti prima di ogni partita. Questo ha spinto molti tifosi, soprattutto da fuori Parma ma anche parmigiani che per un motivo o per l’altro non hanno ancora acquistato la loro tessera stagionale, a covare il forte timore di non poter entrare in Curva durante tutto il prossimo campionato. Inizialmente si pensava che il prezzo di 25€ stabilito dalla società crociata avesse spinto moltissimi tifosi sparsi per l’Italia ad abbonarsi, anche se magari curvanord-romapotranno essere al Tardini solo un paio di volte in tutto. In realtà, secondo chi ha visto i primi dati, solo un 10% circa degli oltre 4.500 che hanno sottoscritto la tessera nei primi quattro giorni di vendita provengono da altre province. Il rischio è un altro: visto il prezzo molto basso, alcune famiglie hanno acquistato un abbonamento per ciascun componente della famiglia, anche se magari la domenica alcuni di loro non varcheranno l’ingresso della Curva Nord. Per questo c’è il rischio di trovarsi con una Nord esaurita in abbonamento, ma con 500 persone in meno, per fare un esempio, di quelle che dovrebbero riempirla secondo la capienza prestabilita, e magari con alcuni tifosi che riescono ad essere a Parma solo due o tre volte all’anno, che si ritroveranno costretti a non poter andare in Curva perchè non ci saranno biglietti disponibili. Per non parlare dei tifosi gemellati (doriani, empolesi, ecc.), che ogni tanto vengono a tifare assieme ai Boys: senza abbonamento per loro sarebbe impossibile entrare.

Bene, da qui nasce la nostra idea, che come anticipato dipenderà completamente dal fatto che venga superato o meno il limite di 7.500 spettatori. Nel caso che questo numero non venga superato, allora non solo non ci sarà il problema della Tessera del Tifoso, ma in più non ci sarà la necessità che gli abbonamenti siano nominali, e quindi potranno essere utilizzati da chiunque lo volesse. Proprio grazie a questo fattore, abbiamo pensato di proporre la creazione dell’ “abbonamento sospeso”.

Come funziona? Sviluppiamo la nostra idea:

-Tutti coloro che hanno acquistato un abbonamento per qualche famigliare o amico che non sempre potrà essere presente allo Stadio, potranno mettere a disposizione la tessera (o le tessere) che non vengono utilizzate. Verranno custodite dalla società, magari con l’aiuto del Ccpc, in uno dei “gabbiotti” delle biglietterie, che sarà destinato solo a questa funzione. Con la Nord esaurita, infatti, è difficile che si creino chissà quali code prima dell’inizio della partita.

Un tifoso che volesse andare in Curva, chiederebbe di poter utilizzare uno degli “abbonamenti sospesi”, magari versando 1€ a cambio, che sarebbe destinato a colui che ha gentilmente deciso di mettere a disposizione la propria tessera.

curva-esaurita-onlineE se qualcuno fa il furbo e poi non restituisce l’abbonamento? Abbiamo pensato anche a questo, che non si sa mai… Alla consegna dell’abbonamento, il tifoso lascia in custodia la propria carta d’identità, che verrà restituita al termine della gara quando riporterà in biglietteria l’abbonamento utilizzato per entrare in Curva.

Il meccanismo è abbastanza semplice, serve solo un po’ di spirito di collaborazione da parte di quei tifosi che magari sanno di avere a disposizione degli abbonamenti che non sempre verranno utilizzati, oltre all’aiuto del Ccpc (o di chiunque lo volesse) per evitare che questo faccia lievitare i costi del personale, visto che serve che qualcuno in biglietteria si occupi solo di questo prima e dopo ogni partita casalinga. Sarebbe però un ottimo modo per permettere a quei tifosi (gemellati compresi) che solo sporadicamente riescono ad essere al Tardini di poter vivere la partita nel settore più caldo e amato dello stadio, e dando per l’ennesima volta un esempio chiaro e lampante della civiltà e dello spirito di collaborazione che Parma ha sempre avuto in questi anni.

Se si supereranno i 7.000 abbonamenti tutto questo discorso si rivelerà inutile, visto che servirebbe la Tdt, gli abbonamenti sarebbero nominali e il meccanismo di delega sarebbe eccessivamente complicato e non gestibile con questa facilità. Ma se non si dovesse superare questa cifra, beh, noi la nostra proposta l’abbiamo lanciata. E se son rose…