LA NOTA DI GHIRARDI: “735 MILIONI? NOTIZIA PRIVA DI FONDAMENTO. IL DANNO È DI 60 MILIONI IN TOTALE”

In merito alla notizia apparsa sulla Gazzetta di Parma, e che abbiamo riportato, c’è da segnalare anche la nota di Tommaso Ghirardi che ci è giunta in Redazione.

La riportiamo integralmente:

“Il Signor Tommaso Ghirardi, per il tramite dei propri legali, intende rendere alcuni chiarimenti in merito alla notizia apparsa oggi sulla stampa, secondo cui il danno richiesto dal crac-parma-fcfallimento del Parma Calcio a ex amministratori e sindaci della società di calcio sarebbe pari a 735 milioni di Euro. La notizia è priva di ogni fondamento. I curatori fallimentari hanno ritenuto di computare il danno in questione in Euro 60 milioni, come è bene specificato nell’atto giudiziario: “sembra pertanto congruo stimare prudenzialmente il danno subito dalla Società (…) in almeno 60 milioni di Euro”.
Di quel danno sono per ora ritenuti responsabili, in tutto o in parte, 17 persone. Questo non significa che l’importo del danno imputato a ciascun destinatario della richiesta risarcitoria vada cumulato o sommato agli altri, per portare alla mostruosa cifra di 735 milioni di cui si è letto su alcuni giornali. La richiesta di danno, infatti, è e resta di Euro 60 milioni a prescindere dal numero delle persone chiamate a risponderne.  Si tratta di un importo comunque enorme ed in merito a questa richiesta del Fallimento, il Signor Tommaso Ghirardi si difenderà all’interno del processo”.