JUVENTUS-PARMA 2-1 – La Juve non vince mai da sola

Non c’è niente da fare. Del resto la storia insegna: con la Juventus bisogna essere più forti di tutto e tutti. Banti incluso. La Juventus è una squadra fortissima, sia chiaro, e nei primi 45′ non ha rubato nulla, sfruttando da grandissima squadra qual è due errori dei crociati, punendoli entrambe le volte con Tevez. Ha giocatori che di livello mondiale come Pirlo, Pogba, Tevez. Poi, però, succede sempre che lo strapotere mediatico dei bianconeri si sfoga anche attraverso un trattamento arbitrale decisamente di favore. E allora succede che Conte alza un braccio, e una rimessa per il Parma si trasforma e diventa bianconera. Amauri si scontra con Chiellini in un normale scambio di gioco, e viene espulso. Asamoah, stende Biabiany lanciato in area e invece di subire il secondo giallo viene lasciato in campo. Il resto è una partita giocata e vinta da uno squadrone che però non avrebbe bisogno di cose come queste.

Mi sento di dire solo una cosa: applausi per i crociati che sono scesi in campo. Hanno fatto degli errori, certo, ma nonostante tutto hanno rischiato addirittura di pareggiare con Molinaro. Applausi per i crociati perchè avrebbero meritato il pareggio contro la prima della classe, e perchè non meritano la frustrazione causata da un arbitraggio che nel secondo tempo è stato assolutamente inadeguato. Pensiamo alla Lazio, che oggi ha perso contro il Genoa. Andiamo a prenderci questo sogno europeo. Ce lo meritiamo.

formazionijuveparmaLA FORMAZIONE: Donadoni sorprende tutti, abbandonando il canonico 4-3-3 delle ultime uscite, e tornando al 3-5-2. Le sorprese sono Felipe e Obi, con l’esclusione di Acquah e Cassani. Difesa a tre dunque, con Felipe, Paletta e Lucarelli; sulle fasce Biabiany e Molinaro in fase difensiva si abbassano creando una linea a 5, mentre in mezzo ci sono Obi, Marchionni e Parolo. Davanti la coppia Cassano-Amauri.

settoreospitiLA PARTITA: Il Parma fin dall’inizio prova a fare la sua gara, basata su una fase difensiva in cui stringe le maglie per evitare la velocità di Tevez, ma che non lesina il tentativo di giocare palla a terra una volta conquistato il pallone. Nei primi 15′, tutto sommato, i crociati non demeritano assolutamente, correndo pochi rischi e arrivando addirittura vicini al gol con Molinaro che ha deviato da due passi un cross di Lucarelli, sul quale però Buffon ha compiuto un miracolo. I bianconeri, però, ogni volta che attaccano dimostrano di avere un potenziale offensivo davvero stellare. Al 24′ passano i bianconeri, con Tevez: il Parma si scopre in avanti, e la Juve si lancia in un contropiede eseguito in maniera magistrale, sul quale però i crociati pasticciano un po’, con Paletta che non riesce ad arpionare un pallone e Mirante che devia solo leggermente il pallone con il piede, non riuscendo ad evitare la rete. I crociati sono frastornati, avevano forse preparato il match con un obiettivo diverso, ma provano comunque a reagire. La Juventus, però, è spietata: solo 7 minuti più tardi è ancora Tevez a bucare Mirante, al termine di un azione partita però da un errore a centrocampo da parte di Amauri e Marchionni, che non si capiscono e perdono il pallone, dando il via ad un altra azione d’attacco bianconera che in pochi secondi arrivano al tiro con Vidal, Mirante è bravo a respingere ma Tevez da pochi passi ribatte in rete. La Juventus quindi rifiata, sicura del vantaggio, ed il Parma prova ad avanzare, non riuscendo però a creare pericoli dalle parti di Buffon.
Inizia il secondo tempo, con le squadre che rientrano in campo con gli stessi undici. Dopo un solo minuto di gioco c’è però un episodio che avrebbe potuto (e dovuto) cambiare la gara: rinvio di Mirante per Biabiany che viene steso da Asamoah mentre era lanciato da solo, per l’arbitro è fallo ma non ammonizione. Il giallo era assolutamente sacrosanto, e per l’ala bianconera sarebbe stato il secondo con la conseguente espulsione. Segnatevi questo episodio, perchè ne riparleremo più avanti. Donadoni prova quindi a cambiare qualcosa, inserendo Cassani e Acquah per Lucarelli e Obi, e viene subito premiato, anche se da Molinaro che con un gran tiro insacca la palla alle spalle di Buffon. Ed è proprio quando il Parma inizia a credere nell’impresa che Banti decide di metterci lo zampino. Amauri e Chiellini saltano per contendersi un pallone alto, Amauri allarga le braccia e involontariamente colpisce Chiellini. Il colpo c’è, anche se non cattivo, ma Banti decide di espellere il brasiliano. Il Parma è quindi in dieci, mentre Asamoah zompetta per il campo tranquillamente. Il Parma è pero generoso e anche se in dieci e spuntato prova comunque a reagire e cercare il colpo del pareggio, anche se ovviamente l’impresa è difficile.

squadreincampojuveparmaIL FILM DEL PRIMO TEMPO:

3′ – Fallo di Lucarelli su Pogba. Ricordiamo che il Capitano, come Parolo, è diffidato.
5′ – Biabiany e Obi hanno già perso due palloni a testa. Iniziamo bene!
7′ – Molinaro e Lichtsteiner vanno sullo stesso pallone di testa, ma il fallo è del giocatore del Parma. Strano.
10′ – Fallo di Obi su Lichsteiner, prima ammonizione per il Parma sacrosanta, ad essere onesti.
11′ – Rimessa dubbia, Conte alza il braccio e se la chiama, rimessa per la Juve. Avanti così.
14′ – Marchionni sin qui il migliore del Parma. Quanto ci sei mancato Marchino domenica scorsa!
16′ – MOLINAROOOO!!! Occasionissima!!! Cross di Lucarelli, miracolo di Buffon sulla deviazione del terzino crociato!!!
20′ – E’ comunque un buon Parma, vivace, si difende bene e prova sempre a giocare il pallone. Dai crociati!!
24′ – Gol di Tevez. La Juventus in vantaggio capitalizzando in maniera perfetta un contropiede nel quale la difesa crociata ha un po’ pasticciato. Juventus-Parma 1-0
28′ – Il Parma prova a reagire, anche se la Juventus ogni volta che viene avanti fa paura.
29′ – Fallo di Asamoah su Biabiany lanciato a rete, ammonizione per lui.
31′ – Raddoppio della Juve. Incomprensione tra Amauri e Marchionni a centrocampo, pallone per Vidal che prova il tiro, Mirante para ma sulla ribattuta si avventa Tevez che segna il suo secondo gol. Juventus-Parma 2-0
39′ – Il Parma sembra faticare a reagire. L’impresa è onestamente difficile, ma non è ancora finita…
42′ – Ammonito Vidal per proteste.
43′ – Ci prova Lucarelli da fuori, pallone a Vinovo.
45′ – Finisce il primo tempo. Juventus-Parma 2-0

NuovaimmaginecontestIL FILM DEL SECONDO TEMPO:

46′ – BANTI ASSOLUTAMENTE INADEGUATO. Fallo di Asamoah su Biabiany, era una ammonizione grossa come una casa, e quindi espulsione. Niente da fare.
51′ – Continuiamo a non capire come sia possibile che Asamoah sia ancora in campo.
54′ – AMAURI blocca un contropiede avversario sulla propria area. Niente da dire, il solito cuore del brasiliano.
61′ – Grandissimo gol di Molinaro!!!! Tiro da fuori che si insacca!!!! Juventus-Parma 2-1
64′ – BANTI INDECENTE. Espulso Amauri per un braccio largo volontario che ha visto solo lui.
64′ – Sempre così’ a Torino. Sempre così con la Juventus. Prima non ammonisci Asamoah, e poi espelli Amauri per un contrasto di gioco assolutamente involontario?
69′ – Il Parma, in dieci, prova comunque a spingersi in avanti, anche se dopo cose come queste passa un po’ la voglia.
72′ – Tevez allarga il braccio, ed è giallo SOLO perchè il Parma protesta. Ad Amauri invece rosso, vero? INDECENTE.
75′ – Giallo per Cassani che ha soffiato pesantemente addosso ad un avversario.
76′ – Ci prova Quagliarella, bravo Mirante a parare.
84′ – Ammonito anche Acquah.
88′ – SIAMO SENZA PAROLE.
95′ – Finisce il match.

L’Editorialista