IL TRIBUNALE NOMINA UN CURATORE SPECIALE PER IL PARMA – MANENTI: “NON MI HANNO NOTIFICATO NULLA”

energy tiContinuano a non mancare i colpi di scena legati al Parma. L’ultimo, in ordine cronologico, è quello legato all’azione di responsabilità mossa da Energy T.I. Group nei confronti degli amministratori del Parma Fc che si sono succeduti negli ultimi mesi. L’azienda proprietaria del 10% del Parma si era appellata all’art.2409 del Codice Civile, un articolo che prevede la possibilità di presentare una denuncia se vi è fondato sospetto che gli amministratori, in violazione dei loro doveri, abbiano compiuto gravi irregolarità nella gestione che possono arrecare danno alla società o a una o più società controllate”.

sentenza1Il Tribunale, come si legge nel documento ufficiale pubblicato da StadioTardini.it, dopo aver letto il ricorso dell’Energy T.I. Group ha nominato un Curatore Speciale: si tratta di Mauro Morelli, Dottore Commercialista dello Studio Delphi di Bologna. La sentenza è stata firmata il 18 febbraio scorso, ed è stata depositata proprio oggi in Cancelleria. Il curatore dovrebbe ora affiancarsi a Manenti per capire se c’è stata mala gestione da parte dell’attuale Presidente del Parma, ma soprattutto di chi lo ha preceduto. Se dovesse trovare delle prove di una gestione deficitaria, da quello che abbiamo capito potrebbe provvedere al pignoramento dei beni degli amministratori in questione.

Contattato da ParmaFanzine.it, Giampietro Manenti ha però detto di non essere a conoscenza della cosa: Non ne so nulla, non posso commentare fino a quando non mi notificheranno qualcosa. La gara di domenica? Secondo me si poteva giocare anche domenica scorsa. Tra questo fine settimana e l’inizio della prossima incontreremo la stampa e fugheremo tutti i dubbi“.

Nel frattempo è caos anche all’interno della Guardia di Finanza. Come riportato dalla Gazzetta di Parma, infatti, “il comandante provinciale della Finanza, colonnello Danilo Petrucelli, e il suo vice, il capo del Nucleo di polizia tributaria, il tenente colonnello Luca Albanese sono finiti sotto inchiesta per omissione di atti d’ufficio“. Secondo la Procura avrebbero ritardato l’inizio delle indagini sul Parma. Ormai è caos.