IL RUSH FINALE – PIAZZA SEMBRA DECISO, MA CORRADO SI FERMA: STRATEGIA O CAMBIO DI ROTTA?

Le ore passano, il tempo è sempre più agli sgoccioli. A meno di 24 ore diventa davvero difficile stilare un punto di una situazione che cambia ora dopo ora. Proviamo, nonostante tutto, ad analizzare il puzzle nel modo più freddo possibile evitando così facili ed inutili isterie, sia positive che negative.

GIUSEPPE CORRADO – È quello che ha iniziato per primo i lavori relativi al possibile acquisto del Parma. Ha parlato a lungo con tutti gli attori in causa, ed ha intrapreso anche con un certo anticipo un lavoro per cercare di snellire il monte ingaggi futuro e rendere così il club molto più gestibile e sostenibile. Nelle ultime corrado-thespaceore, però, c’è stata una brusca frenata, almeno secondo le ultime indiscrezioni raccolte da ParmaFanzine.itI motivi di questo brusco stop sono da cercarsi nelle incognite sui costi di gestione futuri, che secondo il gruppo Corrado dovrebbero essere stralciati per poter provare a pianificare un avvenire solido. A causare quest’inversione di rotta, però, non può essere stata la doppia pagina che la Gazzetta di Parma ha dedicato oggi, relativa ai premi e ai contratti dei giocatori in rosa (cosa che tra l’altro su ParmaFanzine.it avevamo riportato lo scorso 19 maggio), perchè quei dati sono inseriti fin dall’inizio in data room, a disposizione degli interessati. Sembra però che qualcosa si sia inceppato, a meno che (e non è da escluderlo) non si tratti di una semplice strategia per depistare eventuali concorrenti. Corrado potrebbe infatti presentare la propria offerta (ed è l’ipotesi che sposiamo noi, almeno in questo momento), magari inserendo qualche clausola che lo metta al sicuro rispetto ad alcuni numeri o dati che il suo entourage ritiene preoccupanti per il rilancio sano e virtuoso della società.

MIKE PIAZZA – È arrivato tardi, ma ha rapidamente fatto tutto quello che lo separava dal punto necessario per poter fare un’offerta. Dopo aver aperto una società con sede a Parma (la “Nuova Parma Srl“), ora Mike Piazza tramite i propri legali potrebbe assestare domani il colpo decisivo per acquistare il Parma. Se da un lato, piazzainfatti, l’ex campione di baseball ed il suo entourage sembrano quelli più abbottonati, dall’altro invece nelle ultime settimane si sono fatti vedere spesso dalle parti di Collecchio, cercando di recuperare il terreno perduto. La sua cordata, che alle spalle avrebbe come advisor Jp Morgan Chase & Co., uno degli istituti finanziari più rinomati del mondo, avrebbe tutta l’intenzione di presentare la propria offerta, almeno stando alle indiscrezioni che stiamo raccogliendo nelle ultime ore.

ALTRI – Non è da escludere che nell’ombra abbiano lavorato anche altri gruppi, e che si possano presentare domani con un’offerta vincolante in grado di competere con le altre che, eventualmente, dovessero arrivare. Se Piazza è abbastanza abbottonato, però, di questi altri gruppi (la Adler su tutti) non si conoscono per il momento le intenzioni.

OCCHIO ALLA BUSTA – C’è da considerare anche un aspetto: rispetto alle indicazioni date nei giorni scorsi, a prescindere che ci sia più di un’offerta l’asta potrebbe buste-fichesconcludersi già domani. Nel regolamento dell’asta, che però non è pubblico, potrebbe essere inserito un margine al di sopra del quale l’offerta più alta verrà decretata direttamente vincitrice. Questo, però, lo scopriremo solo domani…