Il Punto Sul Calciomercato – N°4 – Biabiany e il domino crociato

Il Parma ha terminato la prima fase del ritiro a Collecchio, con i nuovi innesti che hanno avuto il tempo di inserirsi e conoscere l’ambiente. Nel frattempo continua, frenetico, il lavoro del trio Leonardi-Preiti-Imborgia per completare la rosa. L’obbiettivo é sempre quello di sfoltire, per poi chiudere il lavoro fatto con quei due-tre giocatori che serviranno alla luce delle valutazioni fatte dalla dirigenza, in accordo con lo staff tecnico.

1084976_520311894708986_715135310_oSotto la lente del tecnico: durante tutto il ritiro di Collecchio Donadoni ha valutato attentamente alcuni dei nuovi acquisti per capire se potranno essere utili alla causa, per questo ha dato loro la possibilità di mettersi in “vetrina” nelle amichevoli. Non solo, però, per poterli valutare; l’obbiettivo era anche quello di stuzzicare altre squadre che possano eventualmente interessarsi a prenderli in prestito e fargli fare esperienza magari in B o in Lega Pro. Se per il nuovo idolo di ParmaFanzine.it “Pippo” Jankovic si prospetta una stagione divisa tra un probabile posto da titolare in primavera e qualche apparizione in prima squadra, per permettergli di accumulare quella massa muscolare che gli manca (ad occhio tre o quattro kg), per altri invece resta ancora il dubbio sul da farsi. Mendes ha fatto vedere buone cose nella prima amichevole, dove però si é infortunato; potrebbe essere una buona alternativa per la difesa e ha buone chance di rimanere. Prestia e Bidaoui faranno esperienza altrove (il secondo è già sbarcato al Crotone), come del resto Ninis: per il greco si prospetta un prestito in Spagna. Restano da definire le situazioni legate a Musacci e Rispoli, sui quali sembra che Donadoni non abbia preso ancora una decisione.

Biabiany partente?: Nonostante le smentite di Leonardi, continuano insistentemente le voci che vorrebbero il francese molto vicino alla Juve. I bianconeri, secondo “Radio Mercato“, acquisterebbero le due metá del giocatore sacrificando De Ceglie, che finirebbe alla Samp, e Marrone, che vestirebbe crociato. Secondo altre voci anche Fausto Rossi sarebbe stato messo sul piatto, anche lui con destinazione Parma. La trattativa sembra esserci, anche se la cosa sconvolgerebbe e non poco i piani iniziale di Leonardi. Se da un lato c’è da considerare il talento cristallino di Marrone, oltre a quello del promettente Fausto Rossi, dall’altro però si creerebbe un “ingorgo” abbastanza importante a centrocampo. Valdes, Marchionni, Parolo, Chibsah, Acquah, Musacci, Galloppa, Morrone, Marrone, Fausto Rossi… 10 nomi per tre posti,  o meglio 7 per due, visto che il ruolo di regista sará ricoperto da uno tra Valdes, Marchionni o Musacci. Al posto del francese si parla sempre piú insistentemente del possibile ritorno di Jonathan dall’Inter, giocatore che nella precedente esperienza a Parma aveva davvero fatto bene. Per ora, comunque, non c’é ancora nulla, anche se quella di Biabiany é una tessera importante di un possibile domino che potrebbe cambiare molte carte in tavola.

amauricerriL’attacco ancora incompleto: Amauri, Cassano, Sansone e forse Biabiany. Questi sono i 4 nomi titolari, che potrebbero diventare 3 in caso di partenza del francese. Oltre a loro, solo dubbi: Mastriani sembra che partirá in prestito, mentre Cerri farà la spola tra primavera e prima squadra. Palladino ha iniziato molto bene, anche se persistono i dubbi sulla sua integrità dal punto di vista fisico. Il nuovo acquisto svedese, Ishak, é anche lui destinato a fare esperienza altrove, mentre per Okaka i dubbi da parte dello staff tecnico persistono, nonostante il giocatore voglia davvero provare a ritagliarsi uno spazio a Parma. La sensazione é che siano molte le possibilitá di trovarsi a fine mercato con un attacco formato da Amauri, Cassano, Sansone, Cerri e Palladino, al quale andrebbe aggiunto per forza un nome per completare il reparto. E se tornasse in voga quel Quagliarella, proprio a ridosso degli ultimi giorni utili per fare acquisti?