Il Punto Sul Calciomercato – N°2 – Sarà Belfodil a partire? Ecco gli indizi…

ParmaFanzine.it non ha la fortuna (per ora, anche se ci saranno sorprese in futuro…) di avere contatti diretti con procuratori, manager e uomini mercato. Che ci volete fare, siamo nuovi in questo ambiente…
Per questo motivo non possiamo fare altro che stare molto attenti a tutte le news che il web ci presenta (vedi la “Telenovela Antonis“), selezionando le voci verosimili da quelle assurde (o come a noi piace chiamarle, “MioCugginate”). Oltre a questo, ci stiamo dedicando a cogliere tutti gli indizi possibili. Dietro alle parole, infatti, si celano altri significati, svelati magari da un tono di voce, da un sorriso, o da un espressione particolare. Analizzando i segnali che abbiamo colto qui in Redazione, ormai sono abbastanza sicuro nel dire che sarà proprio Ishak Belfodil ad essere “sacrificato”; sacrificio che magari permetterà al Parma di trattenere senza troppi problemi Sansone e Paletta.

22941-belfodilSo benissimo che alla luce delle notizie di mercato degli ultimi giorni dire che sarà proprio l’algerino a partire sa un po’ di vecchio e riciclato. Del resto Sky ieri ha addirittura annunciato che oggi ci sarebbero state le firme sul contratto di cessione del giocatore dai crociati al Napoli, o per metà o per l’intero cartellino.
Sappiamo però che voci come queste sono all’ordine del giorno: Paletta e lo stesso Belfodil sono stati vicini alla firma con almeno una decina di squadra durante tutto il mese di gennaio, quindi di cosa ci stupiamo?

Durante l’ultimo mese ho colto una serie di indizi abbastanza chiari ed evidenti, che lascerebbero intuire che sarà proprio Belfodil a lasciare il Parma, e non solo per un offerta stratosferica. L’impressione è che sia proprio la società ad averlo “scaricato” (le virgolette sono d’obbligo), decidendo di poter fare a meno di lui per diversi motivi, ma senza nessuna necessità di svenderlo.

Andiamo con ordine:
Durante una puntata di Calcio&Calcio su Teleducato, Alessandro Melli, Team Manager crociato, mentre disquisiva sul Parma che verrà, aveva lasciato già intuire qualcosa. Si parlava di possibili partenti, e i due nomi più caldi forniti dai componenti del parterre erano proprio l’algerino e Paletta. Dopo una discussione sulle varie possibilità e sui vari scenari possibili, è stato proprio l’ex bomber crociato a dire “Parlo da tifoso e non da dirigente: spero davvero che Paletta resti. In studio gli hanno fatto notare che non aveva detto nulla su Belfodil, ma lui ha preferito soprassedere.

Qualche giorno fa, invece, è stato il turno di Leonardi, che durante il programma Agorà di Tv Parma, ha dichiarato: Su Belfodil non dipende solo da noi, nel momento in cui arriva all’orecchio del suo procuratore la possibilità di approdare in un grande club che offre di più. Io ho sempre detto che preferisco un giocatore sulla carta inferiore però contento di starci che uno insoddisfatto, poi che ognuno faccia la propria strada”.
L’indizio, in questo caso, è molto chiaro. Il Direttore, del resto, non parla mai a vanvera, e quando lancia “frecciate” di questo tipo, lo fa perchè ha un motivo ben preciso.

580837_492534824153360_1242320581_nLa mia personale interpretazione, quindi, è questa: mi sembra che sia palese il fatto che Belfodil è uno dei giocatori del Parma che più hanno suscitato interesse, e per il quale sembra che si stiano “scannando” tutte le grandi squadre italiane; del resto anche a gennaio la situazione era simile. Non sappiamo se sia stata fatta una considerazione particolare da parte della società, o se forse vi sia stato qualche comportamento particolare da parte del giocatore (èerò è pur vero che non è che debba esserci sempre e per forza qualche “misfatto” alla base di decisione come queste), ma tutti gli indizi portano ad una cessione dell’algerino, che tra tutti i possibili partenti probabilmente si è dimostrato il meno idoneo. E’ pur sempre un’interpretazione personale, anche se ritengo che gli indizi sopra citati parlino chiaro.

L’aspetto positivo della vicenda, è la forza societaria che il Parma può finalmente utilizzare sul tavolo delle negoziazioni. Proprio in questa direzione si possono leggere le dichiarazioni attribuite al Presidente Ghirardi, a data di oggi: “Sarà impossibile trattenerlo. Quanto vale? A gennaio abbiamo rifiutato un’offerta di 11 milioni, quindi sotto quella cifra non intendo cederlo”.

Ishak Belfodil, quindi, secondo me sarà un sicuro partente. Nella speranza che questo significhi che Sansone, Paletta e gli altri possano restare magari anche rifiutando qualche offerta “indecente”, forti dei soldi incassati dalla cessione dell’algerino.
Anche se si sa che il calciomercato può sempre riservare, quando meno te lo aspetti, le sorprese più inattese…

L’Editorialista