IL PIANO-PARMA DELLA FIGC? L’AGO DELLA BILANCIA SONO I DIPENDENTI

donadoni-lucarelliQuesta mattina, attingendo ad alcune fonti di stampa, vi abbiamo illustrato il piano che Tavecchio avrebbe messo a punto per provare a traghettare il Parma fino a fine stagione. Ora si attende il responso dell’Assemblea di Lega e poi dei giocatori del Parma. L’ago della bilancia resta però sempre lo stesso: i dipendenti del Parma. Lucarelli e compagni hanno chiarito fin da subito che avrebbero voluto garanzie precise per i dipendenti del Parma, prima che per loro stessi. In questo senso venerdì i giocatori attendono risposte precise: si è parlato di 6 milioni di euro da destinare ai giocatori, di sponsor pronti a pagare per far sì che si disputino le gare contro Atalanta e Sassuolo, e di club di A pronti a tassarsi. Il tassello più importante di tutti resta però quello dei dipendenti della società: senza garanzie in questo senso la sensazione è che il piano verrà respinto.