IL 21 L’UDIENZA PRE-FALLIMENTARE DI EVENTI SPORTIVI: MANENTI CI SARA’? INTANTO LA SUA SEGRETARIA…

Nella storia legata al fallimento della società crociata ci sono due binari che finora hanno viaggiato parallelamente, ma che presto potrebbero incontrarsi. Quello del Parma Fc, la società controllata, si è già interrotto a causa del fallimento ed ora è “in manutenzione”, con i tecnici Anedda e Guiotto che stanno cercando di capire se è possibile riparare il guasto e far così riprendere la corsa ad un treno che per ora, come ha detto uno dei “passeggeri” dopo la gara contro il Genoa, “non ha un orizzonte“.

Il secondo binario è quello della Eventi Sportivi, la controllante. Costruito da Tommaso Ghirardi quando acquistò il Parma, ha mantenuto al suo interno il Centro tribunale-parmaSportivo di Collecchio (anche se grazie ad alcuni mutui accesi presso il Credito Sportivo) ed il marchio, che però è tornato pochi giorni fa a viaggiare nel binario del Parma Fc. Eventi Sportivi è passata di mano in mano: da Ghirardi alla Dastraso, dalla Dastraso a Manenti, fino a quella che potrebbe essere la fine della sua corsa, il prossimo 21 aprile, quando presso il Tribunale di Parma si svolgerà l’udienza pre-fallimentare dell’azienda che è ancora, almeno per il momento, nelle mani di Manenti, che si trova agli arresti domiciliari dopo l’arresto del 18 marzo scorso.

Un gioco di scatole cinesi che però potrebbe terminare presto, o almeno questa è l’intenzione dei curatori fallimentari, che se dovessero essere nominati dal Tribunale anche nel caso della procedura legata all’Eventi Sportivi, potrebbero provare (anche se non è poi così semplicissimo) a ricongiungere quei due binari che dall’arrivo di Ghirardi hanno viaggiato parallelamente senza mai incontrarsi ufficialmente. C’è però l’incognita Manenti: l’ex Presidente del Parma ha la facoltà di potersi presentare all’udienza, nonostante si trovi agli arresti presso la propria abitazione. Cosa succederà? Farà capolino in aula il prossimo 21 aprile?

Non so se verrò per l’udienza, ne parlerò con il mio legale” ha dichiarato Manenti alla Gazzetta di Parma. Anche il suo legale si è espresso a riguardo: “Devo ancora manenti-poliziavedere il fascicolo, ma io sarò certamente presente e non escludo di sollevare il problema dalla competenza del tribunale. Per quanto riguarda Manenti, invece, valuterò insieme a lui l’opportunità della sua presenza“. Difficile che il funambolico imprenditore di Limbiate possa presentarsi a Parma dopo ciò che accadde il 27 febbraio scorso al termine dell’incontro in Comune con il Sindaco. Proprio nelle ultime ore, però, nei pressi del Tribunale di Parma è stata avvistata Paola, la sua segretaria, che fu intercettata quando rispose al telefono al posto di Manenti (come abbiamo riportato nella nostra ricostruzione della Manenti Story). Il Mapi-mondo torna dunque ad affacciarsi nella città emiliana? Il prossimo 21 aprile c’è questa possibilità, anche se la speranza è che sia solo per scrivere il capitolo finale.