I BOYS: “DOBBIAMO VESTIRE LA MAGLIA DI DODICESIMO UOMO IN CAMPO E DARE UNA MANO ALLA SQUADRA”

I Boys attraverso il loro sito hanno fatto il punto della situazione dopo la gara giocata al Tardini contro il Mantova, in vista della trasferta di Fano.

Ecco il testo del loro comunicato:

“Anche oggi, come una settimana fa, ci troviamo a commentare una vittoria che però, sotto il profilo del gioco, non ha convinto per niente la maggior parte dei tifosi. Cominciando dalla fine, i fischi alla squadra dopo una vittoria che ci mantiene a tre punti dalle prime della classe sono quantomeno ingenerosi. Lo spettacolo offerto in campo sabato sera contro un Mantova penultimo a sei punti ha lasciato in molti l’amaro in bocca e siamo d’accordo sul fatto che non sia il massimo vedere una squadra teoricamente inferiore e con ben altre aspettative da questo campionato, venire al Tardini e tenerci sotto scacco per gran parte dei novanta minuti. In questo forli-tifosi2momento, però, i tre punti erano più importanti di una prestazione seppure mediocre. Questo 1-0 è il terzo di quest’anno fra le mura amiche dell’Ennio dopo le due vittorie con lo stesso punteggio contro Lumezzane e Albinoleffe, il problema era ed è la continuità di risultato e proprio per questo dobbiamo tenerci stretti questi tre punti e andare tutti a Fano sabato prossimo per fare capire agli undici in campo che noi siamo con loro e continueremo a sostenerli nel bene e nel male. L’abbiamo già detto e lo ripeteremo all’infinito: la differenza dobbiamo farla noi, come l’anno scorso e più dell’anno scorso. La Lega pro è un campionato nettamente superiore rispetto alla serie D, lo sapevamo e ce ne stiamo rendendo conto partita dopo partita ed è proprio per questo motivo che dobbiamo fare quadrato attorno agli undici che scendono in campo, fino al novantesimo, in casa e in trasferta, fino all’ultima giornata. Noi siamo i tifosi del Parma e dobbiamo dimostrarlo con la nostra presenza ma, soprattutto, con la nostra voce, se poi a fine partita ci sarà da contestare si contesterà, ma non prima di avere fatto il proprio dovere sugli spalti. Non si può sempre e solo criticare senza avere dato nulla e non può di certo valere la politica del “ho pagato il biglietto quindi posso fischiare quanto voglio”. Siamo noi i primi a doverci dare una svegliata, siamo noi a dovere indossare la maglia del famoso dodicesimo uomo in campo, siamo noi a dovere dare una mano ai giocatori specialmente nelle giornate più difficili invece di fischiare anche dopo una vittoria che ci mantiene a tre punti dal primo posto. Detto questo, sabato prossimo, come spiegato in precedenza, si gioca a Fano alle 18:30 e il pullman dei Boys Parma 1977 è come sempre in partenza verso il comune marchigiano, i prezzi sono di 15€ per i tesserati e 25€ per i non tesserati. Noi ci crediamo e sicuramente non mancheremo all’appello e siamo sicuri che faranno così tutti coloro che hanno veramente il Parma nel cuore”.