GUAZZO: “MOLTI DI NOI NON AVEVANO MAI GIOCATO ASSIEME. DISPIACE PER IL RISULTATO” – AUDIO

Ha colto una traversa su punizione, andando vicino al gol in un paio di occasioni. Matteo Guazzo non ha trovato la rete, ma ha giocato tutto sommato una buona gara. Al termine della partita ha analizzato la gara ai microfoni dei giornalisti.

Ecco l’audio e la trascrizione delle sue parole:

Ci dispiace per l’eliminazione, perchè siamo venuti qui per cercare di passare il turno, è andata male. I rigori sono una lotteria che purtroppo oggi ci ha punito, e ci dispiace molto per questo. Secondo me abbiamo fatto un ottimo primo tempo, abbiamo avuto alcune occasioni, abbiamo fatto bene, con la mentalità giusta. Poi nel secondo tempo sono cambiate un po’ di cose, ci sono giocatori che non giocano da molto tempo, una squadra inventata, perchè ti alleni e basta e non è facile trovare le giocate. L’importante è che non abbiamo preso gol e ce la siamo giocata ai rigori. Non ho ricevuto palle buone? Non so da cosa dipenda, noi lavoriamo in settimana per cercare di fare le cose, per mettere in condizione gli attaccanti, purtroppo non sono venute palle correggese-evidenzaimportanti ma non vuol dire nulla, il lavoro alla fine paga, e arriverà anche il momento di fare gol. Se mi pesa il ruolo di riserva? Non è un momento difficile per me, è un momento normalissimo, ho giocato in altre categorie, è la prima volta che gioco in D, ho fatto una scelta di vita, dove sono venuto per un progetto, non per quest’anno ma per il prossimo anno. Non sto soffrendo nessuno, e non è vero nulla di quello che dicono, perchè ho letto, sentito che ho avuto dei problemi con il Mister. Mi alleno e cerco di fare il mio lavoro. La squadra va bene? Vinciamo? Siamo tutti contenti. Non sono venuto qui per creare dei problemi come qualcuno dice. È una cosa che mi da molto fastidio questa. È merito di tutti se non abbiamo preso gol, sarebbe stato meglio vincere nei 90′, invece è andata male. Cos’è cambiato tra il primo ed il secondo tempo? L’avete vista la formazione? Tanti giocatori non giocano da tanto tempo, non hanno mai giocato assieme. Chi capisce di calcio capisce, chi non capisce parla. Questo per me è un dato di fatto: tanti giocatori che non hanno giocato assieme e non hanno i 90’… Non è facile per un giocatore alla prima partita, con l’obbligo di vincere… Sono tanti fattori, ci sono tanti ragazzi giovani. Dobbiamo prenderlo come un allenamento, purtroppo per il risultato ci dispiace, perchè abbiamo una rosa ampia, e tanti giocatori purtroppo rischiano di non giocare per tanto tempo, ma pensiamo al campionato che per noi è molto più importante“.