GUAZZO: “VOLEVO DEDICARE UN GOL A MIO PADRE, E CI SONO RIUSCITO SUBITO: SONO FELICISSIMO” – VIDEO

Sulla stagione scorsa di Matteo Guazzo si è scritto tanto, ed è quasi inutile ribadire come, per tanti motivi, le cose non siano andate per il verso giusto. L’inizio di quest’annata, però, l’ha visto segnare il gol vittoria (e che gol!) dopo soli 4′ dal suo ingresso in campo. Un inizio decisamente diverso da quello dello scorso anno, figlio anche del notevole lavoro fatto dall’attaccante che a testa bassa fin dal termine dello scorso campionato ha lavorato duramente ed ora raccoglie i frutti. Una rete particolarmente importante anche perchè dedicata al padre, recentemente scomparso.

Ecco il video e la trascrizione delle parole dell’attaccante crociato al termine dell’incontro:

piace-esultanza-guazzoIl gol? Sono felicissimo, per me è un giorno speciale. Sono un po’ emozionato perchè ho passato veramente un brutto periodo e ci tenevo a fare un gol per dedicarlo a mio padre, quindi sono stato fortunato che in poco tempo sono riuscito a realizzarlo. È stata un’emozione unica, per me e per i miei compagni perchè siamo riusciti a vincere questa partita. Quest’anno inizio meglio la stagione rispetto allo scorso anno? Sono contento, volevo partire bene, mi sono preparato anche in questo mese cercando di dare il massimo, cercando di farmi trovare pronto. So che ci sono giocatori importanti, ma come ho sempre detto cercherò di ritagliare il mio spazio, di mettere in difficoltà l’allenatore e poi sarà lui a decidere. Io faccio il mio e cercherò di dare il mio contributo. Se entro rapidamente in forma? Veramente di solito ci metto un po’ di più… Ho fatto un lavoro che sinceramente nella mia carriera non ho mai fatto, mi sto trovando bene, ho fatto un lavoro di forza che per la mia struttura sta andando bene. Io mi sento bene, mi sento diverso rispetto ad altri ritiri, forse il metodo di Casellato con me è efficace. Sono comunque ancora indietro, ma manca ancora tanto al piace-guazzo-apollonicampionato. Il gol? Sono stato più bravo a leggere la giocata di Evacuo, che sapevo che è molto bravo di testa, e sulla sua sponda ho tirato. Sinceramente queste giocate sono nel mio repertorio, ogni tanto va bene ed ogni tanto va male, ma sono uno che ci prova, senza paura. Mi fa piacere di aver fatto un bel gol. Evacuo lo conosco da anni, è un giocatore importante, che fa gol, magari adesso sta facendo un po’ fatica ma è normale, ha una struttura fisica che lo fa entrare in condizione un po’ più tardi, ma se nonostante questo fa un gol ed un assist vuol dire che è un giocatore importante”.