GOBBI: “BISOGNA DARE DI PIU’, E DOBBIAMO FARLO IN FRETTA”

Anche Massimo Gobbi non cerca nessun alibi per giustificare la situazione del Parma, uscito sconfitto per la quarta volta in cinque partite. Il terzino crociato ha parlato con i giornalisti al termine di Udinese-Parma nella Mixed Zone del Friuli.

Ecco le sue parole:

udinese-evidenzaAbbiamo fatto un buon primo tempo ma per colpa di due disattenzioni nostre abbiamo preso due reti. Siamo stati bravi a rimetterla in piedi ma nel secondo tempo siamo partiti malino concedendo qualcosa, e avremmo dovuto avere maggiore continuità. Poi siamo rimasti in dieci, loro ripartivano bene e ci hanno segnato il quarto gol. C’è da pensare solo a migliorare e lavorare molto. Nel primo tempo abbiamo creato quattro occasioni nitide da gol, e loro non hanno mai tirato in porta. Il primo gol è arrivato per una disattenzione, ed il secondo gol è arrivato dopo che per la prima volta sono riusciti ad arrivare sul fondo. Nel secondo tempo abbiamo fatto peggio, ed abbiamo sprecato quanto di buono avevamo fatto. Ma dobbiamo ripartire da quanto visto nel primo tempo perchè è dura, siamo lì in fondo e dobbiamo lavorare tanto. Il modulo? Era un modulo ibrido per sfruttare le qualità anche di Coda davanti che sta facendo bene e si è fatto trovare pronto“.

Se mi aspettavo di essere a tre punti dopo cinque giornate? No, ma sono realista: siamo dove siamo, abbiamo fatto i risultati che abbiamo fatto ed ora non dobbiamo disperarci, bensì avere tanta voglia di lavorare il più possibile per rimettere in piedi il campionato. Con gli infortuni c’è il rischio che la squadra si crei degli alibi? No, non dobbiamo crearceli, perchè oggi abbiamo fatto una buona partita, abbiamo le qualità per farlo e quelli che stanno giocando stanno dando il massimo, ma non basta. C’è da dare di più e dobbiamo farlo in fretta“.