GIORGINO: “A FORLI’ DICONO CHE SIAMO IRRAGGIUNGIBILI? È UN GIOCHINO CHE FANNO IN TANTI…” – VIDEO

Domenica ha vissuto una giornata di riposo “forzato”, vista la squalifica che l’ha tenuto lontano dal campo per una partita, ma Davide Giorgino è pronto a tornare al suo posto al centro del campo nella delicata ed importante sfida contro il Forlì.

Ecco il video (con l’incursione di tre uomini mascherati…) e la trascrizione delle sue parole:

Se mi è mancato il campo questa domenica? Mi è mancato, non ero in campo e non ho potuto dare una mano ai miei compagni, però penso che Simonetti e Miglietta hanno fatto una grandissima partita. Non dimentichiamoci che eravamo in inferiorità numerica per 70′, hanno sopperito alla mancanza di Baraye in campo e nonostante questo hanno fatto una grande partita. Poi loro giocavano con un centrocampo a tre, già in partenza erano in inferiorità numerica, ma già in partenza hanno fatto benissimo ma non hanno notato questa mancanza, si sono proposti, Simonetti è andato vicino al gol, Miglietta ha dettato benissimo i tempi, sono stati fondamentali per la squadra perchè hanno dato equilibrio. L’esultanza di Baraye? È giorgino-pre-forlivenuto in tribuna dopo la sua espulsione e mi ha detto che era colpa mia, anche se se fossi stato in campo non avrei potuto fare molto per evitarlo… È stata un’ingenuità gli servirà da lezione, l’importante è che abbia capito l’errore. Ora Barare lo chiamiamo Tiger Man, purtroppo ha avuto paura del Forlì – scherza – e si è fatto squalificare… Contro il Forlì sarà una gara tesa ed importante, sfidiamo una delle dirette concorrenti per la vittoria in campionato, loro daranno tutto e di più per ottenere il massimo risultato. Noi però daremo battaglia e cercheremo a nostra volta di ottenere la vittoria per cercare di allontanare il Forlì. Dovremo essere bravi da qui alla fine ad affrontare al massimo ogni singola partita, e non pensare al futuro. Più saremo concentrati sul singolo obbiettivo settimanale, prima raggiungeremo l’obbiettivo che ci siamo prefissati. Ora arriva il Forlì, poi alle altre penseremo in futuro. Non è facile affrontare nessuno, nelle ultime quattro partite abbiamo ottenuto tre pareggi ed una vittoria, ma anche le inseguitrici non hanno fatto bottino pieno. Penso che sarà dura fino alla fine. Molto dipenderà anche da noi e da come affronteremo le partite. L’allenatore del Forlì ha detto che ormai sono rassegnati ad arrivare secondi? È un giochino che fanno un po’ tutti, ogni settimana leggiamo dichiarazioni di questo tenore. Dicono di essere destinati alla sconfitta, poi per un pareggio li vediamo esultare come per una vittoria e si esaltano in modo eccessivo. Penso che la verità sia che tutti sperano di fare risultato contro il Parma, cercano di batterlo e sperano di sfruttare passi falsi da parte nostra. Noi dobbiamo restare concentrati fino alla fine. Si può sempre scivolare da un momento all’altro quindi la concentrazione dev’essere massima fino alla fine”.