giorgino-macerata

GIORGINO: “VOLEVAMO VINCERE MA ABBIAMO FATICATO A CONCRETIZZARE. ORA TESTA AL PADOVA” – VIDEO

Nel tavolo della sala stampa dello Stadio Helvia Recina di Macerata, ad analizzare l’incontro che ha visto i crociati pareggiare per 0-0 contro la Maceratese, si è seduto anche Davide Giorgino.

Ecco le parole ed il video del centrocampista crociato:

Loro hanno deciso di attuare una tattica difensiva aspettandoci nella propria metà campo, chiudendoci le linee di passaggio e chiudendoci i cross. Sono stati bravi, sono stati attenti e non ci hanno permesso questo. Uno decide il modo di interpretare la gara di settimana in settimana. Si vede che loro hanno visto i video, hanno deciso di giocare così e gli è andata bene. Posso capire che magari non ci riescono le giocate, ma ci sono anche gli avversari in campo. Quando si incontra una squadra come la Maceratese che veniva da un periodo no che voleva reagire a tanti problemi magari ci sono delle difficoltà, ma raramente hanno passato la metà campo. L’atteggiamento però era quello giusto, abbiamo avuto il pallino del gioco, siamo stati sempre nella loro metà campo e ci abbiamo provato. Sabato scorso abbiamo fatto tre gol al Gubbio, questa sera abbiamo faticato a concretizzare. Anzi, abbiamo creato poche possibilità di arrivare in area, e ci sono demeriti nostri e meriti loro che hanno difeso con i denti fino all’ultimo. Meglio il secondo tempo del primo? Nei primi 45′ quando loro sono venuti in avanti noi in contropiede abbiamo creato problemi con Nocciolini in un paio di occasioni. Io in campo ho visto che non appena loro alzavano il baricentro ci lasciavano la profondità e noi la attaccavamo, anche se poi abbiamo sbagliato la giocata finale. Il Parma viene da quattro vittorie consecutive e la Maceratese ha raccolto pareggi importanti con squadre di alta classifica. I primi ad essere amareggiati siamo noi, che siamo venuti qui con la voglia di vincere, volevamo mettere la testa davanti agli altri e non ci siamo riusciti. Ma da martedì lavoreremo per pensare al Padova. Se i risultati hanno influito sul nostro approccio? Siamo una squadra composta da giocatori che hanno molta esperienza, non credo che ci sia stato un blocco mentale. Sono partite che magari riesci a sbloccare con un’azione, non abbiamo trovato il guizzo ed è finita 0-0. Ormai è finita ed ora dobbiamo pensare al Padova”.