GILARDINO-PALERMO VERSO LA RESCISSIONE E L’ADDIO, IL PARMA INTANTO OSSERVA…

Come abbiamo fatto finora, teniamo monitorata la situazione legata ad Alberto Gilardino, ex attaccante crociato ora a Palermo, che in passato è stato al centro di una serie di contatti proprio con il Parma, che ha provato ad imbastire, senza riuscirci, una trattativa per riportarlo nella città ducale. Un affare difficilissimo, forse fuori portata ma molto romantico: è per questo che teniamo d’occhio tutte le varie novità che riguardano l’attaccante campione del mondo nel 2006.

Il bomber biellese vorrebbe non solo rimanere in Serie A, dove è alla ricerca del traguardo dei 200 gol, ma anche farlo con la maglia rosanero dove ha ancora un contratto di 1,1 milioni di euro a stagione per i prossimi due anni. A non essere d’accordo è però proprio la società di Zamparini, che avrebbe praticamente già striscione-gilascaricato il giocatore ed in queste ultime ore starebbe discutendo la rescissione dell’accordo troppo oneroso per le casse rosanero. Nel frattempo Gilardino è a Forte dei Marmi, dove nella scorsa estate aveva incontrato almeno un paio di volte Minotti e Galassi, e continua con il suo allenamento personalizzato per farsi trovare pronto all’inizio della prossima stagione. Dove giocherà? È un gran dilemma, perchè i tifosi del Palermo non ci stanno ed anzi protestano (con tanto di striscioni) per la sua ormai imminente partenza, mentre altrove non sembra però esserci un grande interesse rivolto alle sue prestazioni, visto probabilmente anche il costo dell’ingaggio: solo Pescara ed Udinese si sarebbero fatte avanti, senza troppa convinzione. Il Parma nel frattempo resta alla finestra: se Gilardino non dovesse trovare posto in Serie A magari potrebbe tornare a bussare alla porta dei crociati, che per il momento attendono l’evolversi della situazione.