“GIBO” GERALI A PFZ.IT: “HO PARLATO CON MIKE, CI SARA’ BISOGNO DI ALTRI INCONTRI. BARILLA? NESSUN CONTATTO”

Siamo andati a disturbare Gilberto “Gibo” Gerali direttamente sul diamante a pochi minuti dall’inizio della gara tra il Parma Baseball, squadra che allena, e la Fortitudo Baseball Bologna. Lui però con la massima gentilezza ha accettato di fare con noi il punto della situazione.

Ci siamo lasciati davanti allo studio di Alberto Guiotto dopo un incontro che hai definito positivo, in attesa di riferire il tutto a Piazza nel pomeriggio. C’è stato modo di aggiornare Mike in queste ore?

“C’è stata una chiacchierata molto breve, è stata una chiamata telefonica perché aveva degli impegni quest’oggi già dal mattino presto, orario statunitense, quindi non gerali-bellami ha potuto parlare più di tanto. Gli abbiamo spiegato quello che era stato l’esito dell’incontro, che è stato positivo e costruttivo. È logico che lui deve far tornare tutti i numeri e deve far sì che il piano che presenterà ai suoi partner sia credibile e realistico, quindi ci sarà ancora bisogno di rivedersi, e sistemare tutto il contorno. C’è ancora bisogno di lavorare”.

Sembra dunque inevitabile, visti i tempi ristretti, che l’esercizio provvisorio venga prolungato…

“Credo di sì. Non ne abbiamo parlato, se ne occuperanno i curatori, perché sicuramente noi non abbiamo dato delle risposte definitive perchè non siamo in grado di darle ora, quindi immagino che si debba per forza prolungare”.

Nella trattativa in corso immaginiamo che ci siano alcune richieste da parte vostra, ed alcune situazioni nelle quali i curatori non possono transigere e spostarsi dalla loro posizione. L’obiettivo è quello di trovare un punto d’incontro: sei ottimista sul fatto che questo possa accadere?

“Io lo spero, poi ovviamente non posso entrare nella testa d’altri, soprattutto quella dei curatori, ma speriamo che si riesca a pensare al bene comune, ovvero al bene del Parma. Anche perchè l’alternativa, e credo che anche Corrado sia nelle nostre stesse condizioni, per il Parma è quella di chiudere. Nessuno vuole arrivare a questo, e staff-piazza-trattativa2sicuramente si opererà in quel senso. Poi da lì a dire che si riuscirà a fare tutto non lo so, però è sicuramente l’obbiettivo sul quale stiamo lavorando”.

I curatori hanno dato la sensazione di essere disponibili a venire incontro ad alcune delle vostre esigenze?

“Sai, loro hanno dato disponibilità, ma devono ovviamente tutelare i loro interessi, ovvero quelli dei creditori. Dopo si cerca di arrivare ad un obbiettivo comune, ma mantenendo ovviamente i propri interessi”.

Prima di lasciarci una curiosità: si vocifera di un possibile avvicinamento della Barilla, che secondo alcune voci incontrollate starebbe pensando ad una sponsorizzazione per rilanciare il proprio marchio negli Stati Uniti. È pura immaginazione?

“Magari… Non ho assolutamente sentito nulla… So che lui ha sempre fatto le cose in maniera riservata, e nello sport ultimamente non penso che abbia fatto tanto. Ma fino ad ora non c’è stato nulla”.