Ghirardi: “Il rigore non dato al Napoli? Il vento è cambiato”

Ospite durante la trasmissione CheckPoint di TgCom24, il Presidente del Parma Tommaso Ghirardi ha parlato a lungo, e a tutto campo, sulla sua esperienza a Parma, sulla stagione in corso e sul calcio italiano.

ghirarditgcomEcco ciò che ha detto riguardo la sua esperienza a Parma:

Sono stato molto contento dell’arbitraggio di Bergonzi, domenica contro il Napoli, perchè è stato serio e colloquiale. Il rigore? Secondo me era 50/50, e normalmente si favorisce sempre il grande club, invece questa volta c’è stata una bella collaborazione con gli assistenti, e se penso che non è stato fischiato al Napoli, sotto la curva partenopea, mi fa capire che il vento è cambiato, che gli arbitri non favoriscono le grandi squadre. E anzi mi ha infastidito il can can mediatico che si è montato dopo. Sono orgoglioso della mia squadra, e faccio i complimenti all’arbitro che non si è fatto condizionare ed è stato molto bravo. Io poi non voglio essere polemico, come ho fatto nei primi anni ed ho sbagliato. Contro la Juventus c’era un rigore netto che non è stato fischiato. Noi abbiamo subito la decisione ed abbiamo lasciato perdere, e dopo due domeniche un episodio dubbio è andato a favore nostro. Dovremmo essere più riflessivi, e magari parlare due giorni dopo il match per non parlare a caldo, quando magari si è più nervosi”.

La squalifica di Destro? Sono le regole che non sono chiare, perchè il Giudice Sportivo ha fatto il suo lavoro, ma io non sono del tutto favorevole alla prova tv, che va usata solo in situazioni negative, perchè la prova tv non può cambiare una decisione errata. Anche qui queste regole che hanno diversi anni ormai, sarebbe giusto che venissero aggiornate facendo ulteriore chiarezza. La Roma perde per quattro giornate un giocatore come Destro, ed è pesante. In altre situazioni non è stata presa la stessa decisione, ma più che degli errori dei singoli è colpa delle regole che non sono chiare“.