Ghirardi: “Ho rassegnato le mie dimissioni, il Parma è in vendita”.

 Dopo le accuse al sistema, Tommaso Ghirardi annuncia le sue dimissioni da presidente del Parma FC. La società, inoltre, è ufficialmente in vendita.

licenzanegataTogliere un successo sul campo a chi fa sport? Quelli che mi hanno giudicato non hanno mai fatto sport. Io sono partito dalla terza categoria, quando gli spettatori erano due, io e il presidente dell’altra squadra. Sono arrivato in coppa Uefa, me la sono meritata sul campo e ne vado orgoglioso. Mi hanno fatto andare nella casa dello sport e mi hanno giudicato delle persone che non hanno mai fatto sport. La cosa paradossale è che nella sentenza concordano con le nostre tesi ma poi ci danno torto e negano la licenza. Con il calcio ho chiuso. Ho rassegnato le mie dimissioni dalla presidenza del Parma e ho pregato Pietro Leonardi di gestire la società, di onorare tutti gli impegni fino al 30 giugno. Dal primo di luglio inizia un’altra storia, i miei soci hanno condiviso con me la mia decisione, quindi il pacchetto di controllo, il 100% del Parma da oggi è ufficialmente in vendita. Me ne vado da vincitore, me ne vado da colui che ha vinto sul campo l’accesso alla coppa Uefa. Ho fatto degli anni degli stupendi, siamo partiti dal niente e abbiamo costruito qualcosa di importante. Oggi tocca a qualcun’altro dimostrare di avere la passione che ho avuto io in questi anni. Tocca adesso a qualcun’altro portare rispetto a questa città e a questi tifosi che proprio per la loro civiltà non sono mai stati rispettati“.