Ghirardi non si nasconde: “Siamo sesti, giochiamo per l’Europa”

Difficile nascondere la gioia e l’orgoglio per questo Parma, anche se i piedi vanno tenuti ben saldi al suolo. Lo sa bene Tommaso Ghirardi, che si gode l’ennesima vittoria, ma invece di proclami o illusioni preferisce basarsi sui dati, su quella classifica che vede il Parma al sesto posto.

sassparmevidenz-610x377Ecco le sue parole, raccolte dai nostri microfoni:

Oggi abbiamo sofferto, è stata una partita tirata fino all’ultimo, e sarebbe stato un peccato buttare via i tre punti, soprattutto per i nostri tifosi, perchè sono venuti in tantissimi, è stata una grande emozione, non potevamo deluderli. Abbiamo fatto una grande gara di carattere contro una squadra che è si ultima in classifica, ma non gioca da tale. Sono soddisfatto, sono molto contento, mi sa che abbiamo battuto un altro record, e questo è un motivo d’orgoglio mio e di tutti i ragazzi. Un grazie va ai tifosi che sono venuti numerosi qui a Reggio, e speriamo che lo facciano anche nelle prossime trasferte. Io sono molto tranquillo, sono orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto, sono contento perchè ogni anno cresciamo sempre di più. Siamo sesti in classifica e abbiamo una gara in meno, e sono sereno e tranquillo“.

“Lasciamo perdere i discorsi di mercato. Donadoni ha un altro anno di contratto, i giocatori importanti hanno contratti pluriennali, quindi pensiamo al presente e godiamoci questo momento. Io da quando siamo tornati in A ho detto che questo è il mio Parma, e sono ancora più convinto che lo sia, per i sacrifici miei, della mia famiglia, e dei miei amici che mi appoggiano. Sono molto orgoglioso, sono contento, e poi questa quantità di tifosi mi rende orgoglioso. Quando ho iniziato a crederci? Ho i piedi per terra, stiamo giocando per l’Europa. Siamo sesti in classifica, abbiamo una gara in meno, solo chi non vuole raccontare la verità dice il contrario. Stiamo giocando per l’Europa, e se continuiamo così potremo sognare“.

tifosiospiti2La partita di Verona è particolare per me, ho perso il nonno durante l’andata, la cosa mi emoziona ancora. Speriamo di fare una grande partita. Mirante? Sta facendo un grandissimo campionato, gli arrivano due palloni in tutta la partita e si fa trovare pronto. Sono andato per primo a complimentarmi con lui, perchè prendere quei palloni quando prima sei rimasto in operoso non è da tutti. Noi abbiamo sbagliato tre gol clamorosi. Se non facessimo errori magari saremmo anche più un alto, ma accontentiamoci. La Nazionale? Il Ct conosce bene i nostri giocatori, penso che Paletta e Parolo ci stiano alla grande, e che abbia un occhio di riguardo nei confronti di Mirante perchè sta facendo una stagione incredibile“.