GHIRARDI: “NON FACCIAMO DRAMMI. LEONARDI HA SBAGLIATO A DIRE CHE E’ COLPA SUA, LE COLPE SONO DI TUTTI”

Tommaso Ghirardi è intervenuto questo pomeriggio su Radio Parma, durante il programma “Palla in Tribuna“, condotta da Giuseppe Milano e Marco Balestrazzi. Il Presidente crociato ha parlato della situazione attuale dei crociati, degli infortuni e della prestazione di ieri contro il Genoa.

Ecco le sue parole:

genoa-evidenza

Non bisogna piangere, ora più che mai – riporta il sito della Gazzetta di ParmaNon è il momento di disperarsi, non ci sono le condizioni. Si piange a fine campionato. Sono rammaricato perchè dovremmo avere 7-8 punti e ne abbiamo 3. Ma non sono preoccupato, siamo una squadra forte”.

“Mi sono guardato la classifica e anche qualche altra partita. Io stanotte ho dormito e anche bene – riporta invece StadioTardini.itnon ho certo perso il sonno come potrebbe succedere a qualcun altro. Non facciamo drammi: certo avrei preferito fare un punto per il morale che ci serviva, ma sono consapevole che abbiamo fuori quattro giocatori che sarebbero titolari in ogni squadra di serie A, non me ne voglia chi ha giocato bene. Tutti i giornali hanno scritto grande colpo del Genoa. La vittoria loro era quotata 4.5, la nostra 1.90: se gli scommettitori che se ne intendono fanno queste statistiche vuol dire che continuano a considerare il Parma una squadra importante, nonostante i 4 infortunati e la sfortuna che ci insegue”.

Ho detto a Pietro che ha sbagliato a dire che è colpa sua, perché le colpe sono di tutti, non sue. L’infortunio di Biabiany è stato un fulmine a ciel sereno. Paletta e Cassani tutti e due fuori per una ernia al disco: in dieci anni di presidenza mai sentito prima di giocatori malati di ernia! Le seconde linee non sono all’altezza? E’ normale che una squadra come il Parma non abbia le seconde linee all’altezza delle prime. A parte che ieri Lucas ha fatto bene, è partito timoroso, ma poi si è ripreso. Coda è stato il migliore in campo: se faceva gol  nel secondo tempo avremmo vinto ed è andata fuori di un centimetro. Non sono così disperato… Mauri? E’ l’unico 96 che gioca ed è sempre il migliore in campo. Io sono contento”

lodiLodi? Non ha ancora mostrato il suo valore ma se si chiamasse Pierno e non Lodi nessuno lo avrebbe fischiato. E’ chiaro che c’è molta aspettativa per lui, e questo deve esser di stimolo per essere il nostro valore aggiunto. Ha qualità importanti: non può avere disimparato a tirare punizioni e angoli. Lui è un professionista che deve reagire – riporta sempre StadioTardini.it –  mentre ai tifosi che pagano il biglietto non posso dire nulla, anche se chi vuole bene al Parma deve considerare che questo giocatore potenzialmente ci può togliere le castagne dal fuoco”.

Cassano? Antonio è un campione, ma ieri ha giocato una partita normale, e se Antonio gioca una partita normale prende 5,5, se gioca da Cassano gli si dà 8. Però se quei due o tre assist che ha fatto ieri li avesse fatti un altro gli avrebbero dato 7. Comunque ieri ha fatto una prestazione al di sotto di come ci ha abituati, ma anche lui è un uomo e può avere una giornata storta. Ma ieri ha fatto una partita normale purtroppo non può fare sempre il Cassano. Ma io me lo tengo stretto, credo sia ancora tra i più forti del campionato italiano. Non sono preoccupato. Sono dispiaciuto: con la Roma avremmo meritato 1 punto, col Milan abbiamo buttato la partita, ad Udine abbiamo fatto un primo tempo eccezionale e ieri abbiamo buttato via un punto o anche due: se avessimo avuto la determinazione la voglia delle ultime giornate avremmo vinto. Gasperini si è coperto: anche se poi ha detto che meritavano loro di vincere, penso che abbia vissuto 20 minuti di paura… io ho visto la partita e il punto sarebbe stato meritatissimo con una squadra forte. Io sono rammaricato, ma non sono preoccupato per l’ultimo posto. Non fomentiamo pensieri insani, noi siamo una società importante che deve puntare alla salvezza al  più presto possibile, senza però dimenticare gli ultimi 5 anni”.

ghirardi-dimissioni3Parma in difficoltà economica? Io non riesco capire perché fomentare queste cose, chi ha dei soldi anziché parlare perché non li porta nelle casse della società così siamo più solidi e più a posto? Io ho pagato gli stipendi al 30 settembre, mai avuto penalizzazioni o problemi di carattere importante, poi c’è sempre qualcuno più furbo altri che mette voci completamente assurde a discapito del club! Non capisco che problemi abbiamo noi a differenza di altri che sembrano ricchissimi ma che hanno problemi esorbitanti: basta prendere i bilanci e si vede che siamo quelli che abbiamo meno debiti verso le banche: se poi ci sono troppi debiti verso di me vuol dire che sono io un asino a metterci troppi soldi