Ghirardi a IlSole24Ore: “Ecco i segreti del mio Parma”

Con il momento splendido che il Parma sta vivendo, è inevitabile che Tommaso Ghirardi, il Patron della squadra ducale, diventi una calamita capace di attrarre le attenzioni dei media. Anche Il Sole 24 Ore ha voluto celebrare il momento dei crociati intervistando il suo Presidente, per cercare di capire cosa si nasconde dietro ai risultati che gli uomini di Donadoni stanno inanellando da ormai diversi mesi.

tommaso-ghirardiEcco le parole di Ghirardi, rilasciata a Il Sole 24 Ore:

L’Europa la ciliegina? Io credo che sia già un trionfo, perché in un periodo così difficile per l’economia riuscire a ottenere questi risultati ed essere circondati in classifica da società che fatturano 3-4-5 volte di più è un grande successo. Dopodiché, se ci fosse la ciliegina sulla torta sarebbe fantastico. Come invertire la tendenza dopo le ultime perdite di bilancio? Due le strade: abbassare i costi e fare una buona politica di marketing, che ci consenta di alzare i ricavi cosiddetti certi. In questi anni, per contenere i costi e tenere i bilanci sotto controllo siamo riusciti fortunatamente, grazie anche alle capacità dei nostri osservatori, a fare parecchie plusvalenze. Ma è chiaro che non si può procedere soltanto in questa direzione. Perché può capitare anche un anno o due di non avere giocatori da vendere. Siamo partiti sette anni fa che avevamo un patrimonio di atleti pari a zero, neanche un giocatore di proprietà, e fare calcio senza calciatori è un po’ difficile. Se il Parma segue una strategia di mercato simile a quella dell’Udinese? L’Udinese è stata la società che ha meglio operato in questi anni. Comprando tanti giocatori, soprattutto dall’estero, per venderli al miglior offerente. Noi cerchiamo di lavorare più sul mercato italiano e la prima squadra lo dimostra. Siamo tra le società che hanno più italiani in rosa. E credo che questo debba essere sottolineato, perché siamo legati alle nostre origini e alla nostra terra. I successi che stiamo raccogliendo nel settore giovanile poi, non ultimo lo scudetto degli Allievi lo scorso anno, significa che stiamo lavorando bene. Stiamo allevando nuovi campioncini da vendere sul mercato”.