Ghirardi: “Contro il Verona venderemo cara la pelle”

Quest’oggi, nell’aula Congressi del Dipartimento di Economia dell’Università di Parma, si è tenuto un’evento durante il quale Tommaso Ghirardi, presidente del Parma, e Maurizio Setti, presidente del Verona, hanno incontrato gli studenti di Mastersport.

ghirardieconomia333Prima dell’incontro, il presidente crociato si è intrattenuto con i giornalisti e ha rilasciato delle dichiarazioni a tutto campo tra Europa, i risultati del Parma, la prossima sfida con il Verona ed il futuro di Donadoni. Ecco le parole di Ghirardi raccolte da ParmaFanzine.it:

“Se consiglio di acquisire una squadra di calcio a questi ragazzi? Acquisire è un consiglio un po’ azzardato, perchè poi in questo periodo non è un gran consiglio. Quello che io auguro a questi ragazzi è di studiare, di laurearsi il più presto possibile, e di portare la cultura che hanno imparato sui banchi di scuola nel mondo dello sport, perchè credo che il mondo dello sport abbia bisogno di cultura, di preparazione. Ragazzi laureati in facoltà così importanti possano portare un valore aggiunto anche nel nostro mondo, dove forse il livello culturale è ancora un pochino basso”.

La vittoria con il Sassuolo? L’ho vissuta in prima persona, sono contentissimo del risultato, del pubblico che ci ha seguito fino a Reggio, e mi auguro che questa sia la prima di tante trasferte assieme. La partita contro il Verona? Con il Presidente dei veneti siamo amici da quindici anni, ci siamo salutati con grande amicizia, gli ho fatto i complimenti per il campionato stupendo che stanno facendo. Gli ho detto che sicuramente venderemo cara la pelle, perciò sarà una grande partita. Ci auguriamo di mantenere fede ai numeri che stiamo facendo. Spareggio per l’Europa? Noi possiamo parlare di Europa ora perchè la classifica dice questo, però non dimentichiamo che dietro di noi ci sono il Milan e la Lazio, ci sono squadre come il Verona, come il Torino, che sono squadre che stanno facendo molto bene. Parlare di spareggi mi sembra quindi esagerato. E’ bello che anche l’Italia si sia accorta che c’è ancora il Parma nel panorama nazionale, che può dare del filo da torcere a chiunque”.

palettanazionale1Io a differenza di alcuni miei colleghi quando convocano dei miei giocatori in Nazionale, e spero che ne convochino sempre di più. Per me è un grande motivo di orgoglio avere dei giocatori del Parma con la maglia azzurra, è un motivo d’orgoglio quello di essere la squadra italiana con più tesserati italiani tra le nostre fila, perciò io sono solo orgoglioso che i nostri giocatori approdino in Nazionale. Toni? Luca è un amico, ho avuto anche occasione di dirgli che non credevo fosse ancora così in forma, ha dimostrato di essere un grande campione e sono molto contento per lui, perchè è un amico. Non pensavo che finita l’esperienza a Dubai fosse ancora così forte. Se lo vedrei bene con Cassano al mondiale? Glielo auguro, e gli faccio i complimenti per quello che ha fatto quest’anno”.

Il Verona sarà presente con tanti tifosi perchè muove parecchia gente, noi dobbiamo far sentire il peso di essere a Parma, il peso di giocare in casa. Dovremo essere in tanti, alzare la voce, tirar fuori il nostro orgoglio e che qui siamo a Parma e quindi non si scherza. Donadoni? Noi abbiamo un contratto già per l’anno prossimo, e quindi non abbiamo niente da dirci. Siamo tranquilli, sereni, e sicuramente se non ci saranno delle cose straordinarie resterà con noi come da accordi e da contratto”.