“Galgo” Schelotto ai raggi X: “I più simpatici? Cassano, Cassani e Lucarelli”

Anche lui è uno dei protagonisti di questo Parma che ha conquistato con i suoi risultati la ribalta mediatica a livello nazionale. Arrivato tra i dubbi di una tifoseria e dell’opinione pubblica, Galgo Schelotto è rinato ed è già riuscito a segnare tre reti nelle poche presenze fin qui raccolte, diventando uno degli uomini su cui Donadoni punta per questo rush finale verso il sogno europeo. Il portale BetClic.it lo ha intervistando spaziando su tutte le sfaccettature della sua vita di calciatore, oltre a quella domestica.

schelottobetclicQuando hai capito che avresti fatto il calciatore?
“Io ho iniziato all’età di 6 anni, giocavo con i miei amici in un piccolo quartiere di Buenos Aires. All’inizio era soltanto un divertimento per me, poi ho iniziato a capire a 14, 15 anni che stava diventando un lavoro”.

Hai dei gesti scaramantici che compi prima delle partite?
“Sono molto credente, prego tutti i giorni, anche prima della partita faccio una piccola orazione, e prima di entrare in campo mi faccio il segno della croce guardando sempre in alto”.

Talento naturale o duro lavoro, cosa conta di più nel calcio?
“Nel calcio il talento è importante, ma il lavoro sempre paga”.

Avevi il poster di qualche campione in camera da piccolo?
“Da piccolo ero tifoso di una squadra che si chiama il Velez, molto conosciuta in Argentina. A questa età ho lasciato quella passione, e mi piace guardare tutti i campionati del mondo i tutti i calciatori”.

schelottospillaIl compagno di squadra più forte con cui hai giocato?
“Ho avuto la possibilità di giocare nell’Inter, e lì ho incontrato tanti campioni che stanno ancora giocando, come Milito, Zanetti, Cambiasso, Samuel… Ho avuto quella possibilità”.

Il più simpatico del gruppo?
“E’ da poco che sono nel Parma, ma ho capito che è Cassano, fin dai tempi dell’Inter, Cassani o il Capitano Lucarelli”.

E il più permaloso?
“Ancora devo conoscere tutti, ma siamo una squadra a cui piace divertirsi. Ovviamente nelle partitelle chi perde è sempre il più permaloso”.

Che musica ascolti?
“A me piace la cumbia, il reggaeton… La musica latina”.

Ti piace qualche altro sport?
“Ho fatto tennis, nuoto, ma il calcio è sempre il mio preferito”.

schelottobetclic2Dolce o salato?
“Il salato”.

Il tuo piatto preferito?
“La carne ovviamente, l’Asado argentino”.

Cosa usi di più tra WhatsApp, Facebook e Instagram?
“Io sono uno che sta sempre che sta sempre sui Social Network. Ho una pagina facebook, twitter, da poco mi sono fatto Instagram, e qualche mese fa ho lanciato il mio sito su Internet”.

Che cosa hai sul comodino?
“A parte la croce e Gesù ho l’Ipad che mi accompagna sempre con un po’ di musica prima di dormire”.

(Le foto di Schelotto, a parte quella in cui mostra la spilla di ParmaFanzine.it, sono tratte dalla video-intervista realizzata da BetClic.it)