IL FUTURO DEL PARMA SECONDO LEONARDI? ABBONAMENTI A PREZZI POPOLARI E AUTOFINANZIAMENTO

La domanda se la sono posta in molti: quale sarà il futuro del Parma? La città e la tifoseria sono entrati in un vortice che se per un lato ha ricompattato tutto l’ambiente, dall’altro porta con sè una serie di punti interrogativi che pesano come macigni. Un po’ di chiarezza viene fatta dalla Gazzetta di Parma, che con Sandro Piovani ha cercato di anticipare quelle che saranno le scelte e le decisioni di Pietro Leonardi, che verranno illustrate in una conferenza stampa nelle prossime ore.

parmafuturogdpIL RICORSO AL TAS DI LOSANNA: Il Parma, secondo la GdP, avrebbe preparato solo il ricorso al Tas di Losanna, perchè c’è la volontà di rimanere come società nell’ambito sportivo. Al Tar del Lazio, probabilmente, si rivolgerà Ghirardi dopo le sue dimissioni, come cittadino libero e non più tesserato.

LEONARDI: L’Ad crociato, in conferenza stampa, spiegherà la sua posizione personale. E’ stato nominato gestore della società, dopo l’annuncio di Ghirardi, e ora dovrà fare chiarezza sulle sue intenzioni e sul futuro societario. C’è un compratore dietro l’angolo o sono solo semplici illazioni?

IL FUTURO DEL CLUB: Le ipotesi, secondo la GdP, sono due: o la cessione del club ad una nuova proprietà, oppure un autofinanziamento basato sulle cessioni e i soldi dei diritti tv e degli sponsor. Nel secondo caso, al momento il più plausibile, si punterà all’obiettivo minimo, ovvero una salvezza che permetta di non perdere la categoria. Si punterebbe ad abbassare il monte ingaggi, a cedere i giocatori che hanno mercato e ad acquistare giocatori mirati che garantiscano plusvalenze che mai come ora sarebbero vitali.

ghirardi-dimissioni3LA CAMPAGNA ABBONAMENTI: Anche per ricompattare ulteriormente la città, l’idea sarebbe quella di una Campagna Abbonamenti a prezzi popolari, per riuscire a far stringere la città attorno alla squadra in questa missione che sarà difficile, difficilissima.

DONADONI: Quello del tecnico è uno dei tanti dubbi che la situazione si porta in dote, perchè bisognerà vedere se il Mister accetterà di far parte di un Parma ridimensionato, e per questo motivo parlerà con la società nei prossimi giorni.