FORLI’-PARMA 3-5 – PARMA, LA DIFESA FA ACQUA MA IL SALVAGENTE È L’ORGOGLIO

Il Parma porta a casa tre punti dopo aver evidenziato tutti i suoi limiti, soprattutto nel primo tempo. Il Forlì, che finora aveva segnato tre reti in otto giornate, ne segna altrettante in 45 minuti complice anche una difesa in giornata decisamente negativa. Il Parma non ha dimostrato di avere un’evoluzione positiva dal punto di vista del gioco, ma grazie all’orgoglio ha sempre rimontato i padroni di casa, riuscendo nel secondo tempo a portare a casa tre punti fondamentali. Con tutti i problemi (che anche stasera sono stati evidenziati in maniera direi quasi impietosa) la testa della classifica è lontana solo tre lunghezze.

14657494_1194894870584015_2975668712333052752_nLA FORMAZIONE – Apolloni torna al 3-5-2, ripropone Baraye a centrocampo ed inserisce Guazzo in attacco al posto di Evacuo. Zommers torna tra i pali, difesa a tre con Coly, Canini e Lucarelli, Garufo e Nunzella esterni, in mezzo Baraye, Corapi e Scavone dietro alla coppia Guazzo-Calaiò.

LA PARTITA – Visti i risultati odierni, il Parma dopo una settimana difficilissima e la sconfitta raccolta al Tardini contro la FeralpiSalò ha la possibilità di accorciare mangiando punti a diverse concorrenti. Di fronte ai crociati l’ultima della classe, il Forlì che fino a ha raccolto solo due punti e segnato solo tre reti in otto partite. L’inizio della gara è tutto sommato godibile, con le due squadre che provano a prendere il sopravvento a centrocampo. Dopo 13′ però arriva il vantaggio del Forlì, con Zommers che prima para bene sulla diagonale di Tonelli, ma poi non può nulla sul destro di Capellini che insacca. Il Parma prova subito a reagire con Guazzo, di testa, e poi con Calaiò direttamente da corner, senza però trovare fortuna. Dall’altro lato ogni volta che il Forlì viene in avanti la difesa del Parma entra in difficoltà, facendosi penetrare in diverse occasioni senza colpo ferire. Succede proprio questo al 22′, quando Tonelli agisce indisturbato tagliando dentro e regalando a Ponsat una sponda da insaccare di testa con estrema facilità. Sotto di due gol, i crociati si lanciano in avanti e dopo soli quattro minuti con Guazzo riescono ad accorciare. Il Parma si lancia in avanti cercando di riacciuffare il pari, con il Forlì che punta sulle ripartenze e sulla lentezza e la giornata no della difesa crociata. Al 43′ la squadra di Apolloni trova il pari con Scavone, che raccoglie un servizio di testa di Guazzo e prova il tiro con il sinistro, raccoglie una ribattuta ed ancora con lo stesso piede batte Turrin. Potrebbe essere un “nuovo inizio”, con il punteggio di nuovo in parità, ma la serata negativa della difesa si fa sentire e permette al Forlì di trovare anche il terzo gol, con Ponsat che penetra il reparto arretrato crociato con troppa facilità, permettendo a Bardelloni di insaccare. I padroni di casa, che avevano segnato tre gol in otto partite, riescono a segnare il terzo gol al Parma in soli 45′. Basta per dare un’idea?
Il secondo tempo si apre senza alcun cambio, ma con un Forlì che diventa più guardingo, forte del vantaggio. Il Parma inizia a prendere in mano il pallino del gioco, senza trovare troppi sbocchi, ma riuscendo a frenare l’emorragia difensiva. Apolloni inserisce Evacuo al posto di Guazzo, ed è proprio l’ex attaccante del Novara ad insaccare il gol del pareggio al 22′, deviando in rete una sponda di testa di Lucarelli. Il Forlì sembra di non avere la forza di reagire, stavolta, ed allora il Parma continua a tenere in mano il gioco e dopo nove minuti trova anche il quarto gol: cross dalla destra, Scavone prova lo stop di petto con il pallone che termina al limite dell’area, con Baraye che di destro batte Turrin. Lo stesso Baraye è costretto ad uscire, al suo posto Apolloni getta nella mischia Simonetti, mentre poco prima era entrato Benassi al posto di Canini. Il Forlì non ha più forze, mentre il Parma in fiducia dopo la rimonta non ha problemi a mantenere in mano il pallone, facendo scorrere il tempo fino al termine della gara. Tre punti fondamentali al termine di una gara in cui si è visto davvero di tutto: il Parma ora è, nonostante tutto, a tre punti dalla vetta.

squadre-in-campoIL FILM DEL PRIMO TEMPO

1′- Inizia la partita!
3′ – Tiro di Corapi, pallone alto dopo una deviazione.
5′ – Cross pericoloso dalla destra del Forlì, Coly sbroglia una situazione pericolosa mandando in corner.
11′ – Per il Forlì ci prova Spinosa al volo di destro da fuori area, pallone alto non di molto.
13′ – Forlì in vantaggio. Zommers para bene sul tiro di Tonelli, poi il pallone è terminato sui piedi di Capellini che insacca. Parma sotto di un gol. Forlì-Parma 1-0
15′ – Cross dalla destra, Guazzo sfiora il pallone che termina a lato!
18′ – Calaiò su corner prova a trovare direttamente il gol, Turrin devia in angolo!
19′ – Guazzo prova di sinistro al volo, pallone sul fondo.
22′ – Raddoppio del Forlì. Ponsat di testa da due passi insacca. Forlì-Parma 2-0
26′ – Guazzo di testa accorcia le distanze, non basta la deviazione di Turrin. Forlì-Parma 2-1
43′ – Torre di Guazzo per Scavone che prova il mancino, la palla viene ribattuta da un difensore, ancora Scavone però la raccoglie ed insacca il pareggio! Forlì-Parma 2-2
46′ – Bardelloni insacca il terzo gol del Forlì proprio allo scadere del primo tempo. Questo Parma riesce anche a reagire, ma in difesa finora è una scolapasta. Forlì-Parma 3-2
46′ – Ammonito Bardelloni per essersi tolto la maglia dopo il gol.
47′ – Termina il primo tempo. Il Forlì in vantaggio meritatamente, perchè la difesa del Parma fin qui è stata troppo penetrabile in diverse occasioni. I crociati, sotto di due gol, hanno anche riacciuffato il pareggio, ma Bardelloni al 46′ ha gelato Lucarelli e compagni. Ormai è banale dirlo, ma serve un altro Parma.

forli-evidenzaIL FILM DEL SECONDO TEMPO

1′ – Inizia il secondo tempo!
8′ – Corapi ammonito per aver steso Ponsat.
9′ – Baraye raccoglie il pallone dalla destra, prova il tiro, pallone altissimo.
12′ – Primo cambio nel Parma: fuori Guazzo, dentro Evacuo.
17′ – Turrin con il pugno devia in angolo, l’arbitro non vede il tocco, Lucarelli protesta e si becca il giallo.
17′ – Primo cambio anche per il Forlì: fuori Ponsat, dentro Alimi.
22′ – Sponda di Lucarelli, Evacuo da due passi insacca in scivolata! Il Parma riacciuffa il pari! Forlì-Parma 3-3
24′ – Scavone prova il mancino, pallone alto! Ora il Parma cerca la vittoria!
26′ – Baschirotto entra al posto di Tonelli: secondo cambio per il Forlì.
31′ – Crossa da destra, Scavone difende il pallone che rimpalla al limite dell’area, arriva Yves Baraye che insacca il quarto gol!!!! Parma in vantaggio!!!!! Forlì-Parma 3-4
32′ – Dentro Parigi, fuori Capellini, terzo cambio del Forlì.
34′ – Secondo cambio nel Parma: fuori Canini, dentro Benassi.
38′ – Terzo cambio nel Parma: fuori Baraye, acciaccato, dentro Simonetti.
45′ – 5′ di recupero.
48′ – RIGORE PER IL PARMA!!!! Calaiò tutto solo davanti a Turrin colpisce il palo, Evacuo raccoglie il pallone e viene steso, calcio di rigore per i crociati!
48′ – Ammonito Consonne per il fallo da rigore.
48′ – CALAIO’ SEGNA IL 5-3!!!!! Il Parma ora ha i tre punti in saccoccia! Forlì-Parma 3-5
49′ – ZOMMERS COMPIE DUE MIRACOLI DI SEGUITO E SALVA IL PUNTEGGIO.
50′ – Termina il match: il Parma non è ancora guarito, anzi, ma grazie all’orgoglio riesce a ribaltare il match e portare a casa tre punti.