Finito il pre-ritiro di Ostuni, martedì inizia il lavoro “serio” a Collecchio: in attesa dei convocati.

Ieri, 14 luglio, è terminato il pre-ritiro che il Parma ha svolto ad Ostuni presso il Rosa Marina Resort. Oggi la squadra può fruire di un giorno di riposto, mentre domani inizierà il ritiro vero e proprio che, come sapete, quest’anno verrà svolto a Collecchio, nella nuovissima struttura sportiva ducale.

20130715-095034.jpg
L’orario preciso non è ancora stato comunicato (il sito ufficiale del Parma indica un generico ora di pranzo), così come non è ancora stato diramato un elenco dei convocati. Vedremo se qualche assenza potrà essere rivelatrice di quei nomi che i media danno per partenti. Boniperti dovrebbe cambiare casacca (in prestito presumibilmente), mentre per Modesto e Santacroce (che dal suo account Twitter ci fa sapere che la squadra ha già lavorato duramente) c’è molto forte il pressing del Padova del neoproprietario Penocchio (l’ex vice-presidente del Parma di Ghirardi), società con cui i crociati hanno, giocoforza, un ottimo rapporto. Nel mirino dell’ex Penocchio ci sarebbe anche Morrone, voglioso di essere ancora protagonista in campo ma che nel Parma non avrebbe molto spazio, mentre potrebbe ritagliarsi un ruolo importante nella serie cadetta. Lo stesso discorso potrebbe essere fatto anche per Okaka e Musacci, anche se il secondo, via Twitter, sta dimostrando un apprezzabile voglia di restare al Parma.

20130715-095023.jpgIn bilico anche la posizione di Ninis: pare che il Parma creda nel talento del centrocampista greco ma se Donadoni dovesse comunicare alla società la volontà di volerlo utilizzare con il contagocce come la scorsa stagione, una cessione in prestito (secco per chi scrive, ma la società potrebbe anche pensare a una comproprietà) potrebbe essere la soluzione migliore, magari in un calcio più adatto al ragazzo, come quello spagnolo. Da collocare anche MacEachen, giovane difensore che l’anno scorso non ha mai visto il campo e che necessità di giocare per dimostrare di poter essere adatto, in futuro, al Parma e alla serie A. Tra coloro che non hanno partecipato al pre-ritiro di Ostuni ma che dovrebbero essere arruolati per Collecchio, dovrebbe invece esserci i nomi di Cerri e Mesbah, entrambi in permesso per gli impegni avuti, il primo con gli allievi, il secondo con la propria nazionale. Vedremo, poi, se i giovani e giovanissimi neoacquisti, come Jankovic, Mendes e Bidaoui saranno aggregati alla prima squadra o se per loro si apriranno le porte del prestito: sarà il mister Donadoni a valutare cosa è meglio fare.

C’è anche una certa curiosità attorno al nome di Nicola Sansone, uno dei “top players” ducali di cui non abbiamo ancora avuto notizie in questo avvio di nuova stagione. L’attaccante ha avuto un permesso extra per via degli europei under-21 disputati dopo la fine del campionato. In questi giorni sono rimbalzate alcune notizie circa un interesse del Milan per il calciatore, nell’ottica di un’ipotetica operazione che vedrebbe tornare in maglia crociata Zaccardo. Posto che l’operazione in questione sarebbe alquanto strana, al 99% vedremo Sansone iniziare il ritiro di Collecchio con la squadra. Perché lasciare fuori quell’1%? Un po’ per scaramanzia (Sansone è il miglior giovane che abbiamo in rosa), un po’ perché il mercato calcistico è e resta sempre imprevedibile…