Felipe: “Non mi sento una riserva. Domani la prima di quattro finali”

Come spesso è accaduto durante questa stagione, domani toccherà ancora a Felipe. Vista la squalifica di Paletta, dopo l’espulsione ricevuta contro l’Inter, sarà quindi il brasiliano ad occupare il posto di centrale difensivo con Lucarelli, come ha già fatto durante la stagione con buonissimi risultati. Ecco quanto ha dichiarato Felipe alla Gazzetta di Parma:

contestcagliariparmaUn titolo per la partita di domani? “La prima di quattro finali”. Non sarà per niente facile. Cagliari è un campo difficile. E’ vero, ormai sono salvi ma hanno giocatori molto forti, soprattutto in attacco. Sono veloci, sanno usare bene gli spazi quindi dovremo fare molta attenzione. L’Europa? Dobbiamo fare la corsa su di noi alla fine. Se vinciamo questa gara e aspettando i risultati delle altre, riusciremmo a fare un salto importante in avanti secondo me. Dobbiamo comunque pensare partita dopo partita, cercando di vincere sempre”.

tabellaeuropaleaguepostmilan“Avevo 19 anni quando abbiamo raggiunto la Champions con l’Udinese. Era fantastico, emozionante. I tifosi erano felici. Una grande emozione. Chiaro che il Parma ha un’altra storia. Ma dobbiamo cercare di guardare avanti per noi e per il pubblico, per tutto quanto abbiamo fatto insieme quest’anno. Il mio bilancio per questa stagione? Sono contento. So che arrivare in una squadra è sempre dura, soprattutto in una squadra forte. Ma io ho giocato, purtroppo per colpa di infortuni dei compagni. Ma mi sono sempre fatto trovare pronto per questo credi di avere avuto più di una chances”.

1175326_235577079968470_3675208764381813006_nPosso dire che non mi sento una riserva. Perchè il nostro tecnico può cambiare da una gara all’altra. Guarda molto cosa si fa durante la settimana. E questo vale per tutti. Se la sconfitta del Milan ci può condizionare? No. Questa è una squadra matura, esperta. Sappiamo quello che dobbiamo fare. Non credo proprio che cambi più di tanto”.